SHARE

Giovane Ancona e Lions Club-2

Fair play, fair play…si fa tanto parlare di fair play e poi spesse volte durante le partite assistiamo ad episodi controversi e disdicevoli sia in campo che sugli spalti. E invece che bell’episodio di vero fair play quello capitato nel campionato Giovanissimi Cadetti in Giovane Ancona-Palombina, dove l’attaccante di casa Luca Impigliaclasse 2001, ha calciato un rigore tra le braccia del portiere avversario dopo che l’arbitro aveva concesso erroneamente il penalty in favore della sua squadra, affiliata all’Ancona 1905, militante in Serie D.

SPORTIVITA’ – La massima punizione non c’era ma invece di approfittarne, come spesso capita anche su campi ben più prestigiosi dell’Aspio di Ancona, il bravo Luca ha preferito passare il pallone all’estremo difensore opposto, che ovviamente ha ringraziato il suo sportivo avversario.

CHE SIA DA ESEMPIO – Pensando alle simulazioni domenica scorsa  in Serie A di Candreva in Lazio-Atalanta e Maicon in Napoli-Roma, con i due giocatori puniti entrambi con una ammonizione (costata poi cara al laziale, espulso per doppio giallo) viene facile fare il paragone con l’episodio che ha visto protagonista il ragazzo della Giovane Ancona. Purtroppo però tutto questo fair play non ha trovato riscontro al fischio finale, con il Palombina che alla fine si è imposto per 5-2.

SHARE