SHARE

Con la lotta al titolo praticamente chiusa, l’interesse nella Bundesliga a dieci giornate dal termine si sposta verso la lotta per l’Europa. Nell’anticipo del Venerdì si affrontano due squadre pienamente coinvolte in questa lotta: l’Augbsurg, che sta compiendo un vero e proprio miracolo e dopo aver archiviato la salvezza si ritrova in piena zona Europa League, e lo Schalke, che punta ad evitare i preliminari di Champions e si prepara per affrontare la “scampagnata” al Bernabeu di Martedì, visto il risultato dell’andata. Entrambe le squadre giocano con la migliore formazione possibile per provare a vincere e a mettere pressione alle avversarie che scenderanno in campo domani.

375763_10152073422779037_1107215034_n

L’Augsburg parte fortissimo e al 5′ è già in vantaggio: Werner con un bel diagonale fulmina Farhmann. I minatori provano a fare possesso palla, ma non riescono a trovare spazi per servire Huntelaar. La partita è molto tesa e i contatti non si lasciano desiderare, senza però provvedimenti da parte della terza arbitrale. Al 12′ tiro al volo di Huntelaar che si infrange sul fondo poco lontano dall’incrocio. Al 13′ giallo per Werner per un fallo su Huntelaar. Passano i primi 20′ minuti con lo Schalke che continua a cercare il pari e l’Ausburg che, trovandosi spesso degli spazi aperti, prova ad approfittarne. Al 30′ viene ammonito anche Kohr. Lo Schalke sembra avere una fiammata e al 33′, dopo che la difesa respinge un tiro al volo di Huntelaar, perde palla e Draxler di tacco serve Boateng che prova il tiro da fuori: Manninger respinge male e sul pallone si avventa lo stesso attaccante olandese ex Milan che la butta dentro  impatta la partita. Ottavo gol stagionale per lui in 10 partite fino ad ora giocate. I Minatori iniziano a difendersi duramente e sia Boateng che lo stesso Huntelaar finiscono nel taccuino dell’arbitro. L’Augsburg non può che tenere palla e il primo tempo si chiude sul punteggio di 1-1.

Nella ripresa lo Schalke rientra con campo con Ayhan che rileva Obasi. Al 49′ si completa la rimonta dei minatori con Kolasinac che serve in area Huntelaar che solo davanti alla porta sigla il nono gol stagionale la doppietta personale. Dopo il vantaggio, lo Schalke rallenta il ritmo e fa alzare il baricentro all’Augbsurg. Vengono ammoniti sia Hahn che Ayhan. Al 58′ Boateng avrebbe un ottima occasione, ma il suo colpo di testa viene respinto facilmente dal portiere. Al 62′ ottima occasione per l’Augsburg, ma Altintop solo davanti a Fahrmann si fa parare il tiro. Al 63′ viene ammonito Draxler per un fallo tattico a centrocampo. Al 66′ primo cambio dell’Augbsurg con Milik che rileva Bobadilla. Nello stesso minuto occasione per Altintop, ma la palla va alta di poco. Al 75′ altro cambio per l’Augsburg, con Dong-Wong Ji che sostituisce Kohr. Al 77′ cambio per lo Schalke con Draxler che viene sostituito da Meyer. L’Augsburg continua a spingere, ma la difesa dei minatori lascia loro numerosi corner. All’87 si giocano il terzo cambio inserendo Esswein per Werner. Nello Schalke al 90′ Szalai rileva il mattatore del match Klaas Jan Huntelaar. Al 91′ ottima punizione per l’Augbsurg, ma Milik la mette di poco alta sopra la traversa. Al 94′, dopo l’ammonizione a Szalai, finisce il match.

Lo Schalke espugna Augusta pur soffrendo grazie ad un superbo Huntelaar e vola a 47 punti, con un solo punto di distacco dal Borussia Dortmund secondo che domani affronta in casa il Moenchengladbach. L’Augsburg rimane sesto a 38 punti e domani rischia di essere scavalcato dal Mainz.

Augsburg-Schalke 1-2: 5′ Werner, 33′ e 49′ Huntelaar.

Augsburg (4-2-3-1): Manninger, Vogt, Callsen-Bracker, Klavan, Ostrzolek, Kohr (Dong-Wong Ji), Baier, Hahn, Altintop, Werner (87′ Esswein), Bobadilla (66′ Milik).

Schalke (4-2-3-1): Fahrmann, Hoogland, Howedes, Matip, Kolasinac, Boateng, Neustadter, Obasi (46′ Ayhan), Draxler (77′ Meyer), Goretzka, Huntelaar (90′ Szalai).

SHARE