SHARE

Lazio, Conferneza Stampa di presentazione di Louis Saha

Il prossimo 12 maggio allo stadio Olimpico avrà luogo un avvenimento importante per la Lazio, nel corso del quale verranno celebrati i 40 anni del primo scudetto della squadra biancoceleste allora guidata da Maestrelli in panchina. Per l’occasione ci saranno alcuni degli indimenticati giocatori di quella Lazio, da Oddi a Wilson, oltre a campioni della storia più recente del club come Veron, Crespo, Nesta e Boksic, che vinsero il ricolore nel 2000. Lo stesso vale per gli allenatori: è stata annunciata la presenza di Zoff, Eriksson e Delio Rossi, con l’obiettivo di riempire in toto l’Olimpico di tifosi biancocelesti, grazie anche all’apporto di prezzi popolari e biglietti non nominali.

LOTITO CI SARA’ ? – All’evento però non è stata ancora confermata la presenza del presidente della Lazio, Claudio Lotito, che come tutti sanno da anni è in forte contrasto con il tifo organizzato della Lazio. Lotito è stato inviato dagli organizzatori ma si teme per lui una bordata immane di fischi e contestazioni, anche se da Formello fanno sapere che il presidente non può e non vuole mancare al grande appuntamento, nonostante la protesta della curva laziale vada avanti ad oltranza. Il 12 maggio sarà presente all’Olimpico anche l’ex presidente e predecessore di Lotito, Sergio Cragnotti, con il quale la Lazio vinse lo scudetto del 2000 ed in passato bersaglio dello stesso Lotito per le sue vicissitudini finanziarie e non solo: l’ultima battuta di Lotito è di lunedì scorso a “Il Processo del Lunedì” su Rai Sport 1 (“In un certo senso lo scudetto del 2000 l’ho pagato io”).

GUERRA LEGALE CON PETKOVIC – Lotito però prima dei tifosi ha da affrontare il caso Petkovic: la prossima settimana gli avvocati dell’ex allenatore della Lazio, esonerato lo scorso 4 gennaio, depositeranno il ricorso al licenziamento per giusta causa presso il Tribunale del Lavoro di Roma, che fornirà una prima sentenza sulla richiesta di risarcimento contro la Lazio per lo stipendio non versato a Petkovic (circa 600mila euro) e per i danni, sia d’immagine che morali. L’istanza dovrebbe sfiorare il milione di euro. Petkovic ha ricevuto il via libera dalla FIGC per procedere in sede di giustizia legale.

 

Tempi quasi maturi per il processo con Petkovic, sarà una causa da quasi un milione per la Lazio.La prossima settimana – come riporta Il Messaggero – verrà inoltrato il ricorso, Vlado chiede l’intero stipendio, ma anche danni d’immagine e morali. La Figc l’ha autorizzato a rivolgersi al tribunale del lavoro: così si capirà se un allenatore può essere anche “licenziato” e non solo “esonerato”. Fra le pendenze biancocelesti ci sono ancora i premi che Vlado e il suo staff devono percepire.

SHARE