SHARE

Sforzini pescara

L’anticipo del venerdì sera della serie B va in scena allo stadio “Alberto Picco” e vede di fronte Spezia e Pescara, due squadre in lotta per i play-off. Gli abruzzesi arrivano alla sfida di La Spezia, rivitalizzati dal cambio di allenatore che ha portato 4 punti nelle ultime 2 gare, alla loro classifica. Gli uomini di Mangia, che arrivano da una brutta sconfitta contro il Novara, vogliono conquistare i tre punti per rilanciarsi definitivamente nella corsa alla massima serie.

LA PARTITA – La gara inizia subito con uno Spezia più propositivo che si affaccia in zona Pelizzoli già al decimo con Catellani che servito da Bellomo scarica alto in volè. Al quarto d’ora secondo squillo dello Spezia che con un siluro di Migliore impensierisce Pelizzoli. Pescara non pervenuto fino al minuto 20 quando Salviato, dopo aver superato il diretto avversario, crossa al centro per Sforzini che di testa mette a segno il suo primo gol con la maglia degli abruzzesi. Arriva però subito la pronta risposta dei padroni di casa, che cercano più volte la rete del pari. Già al minuto 25 Giannetti di testa impensierisce un attento Pelizzoli. Fase centrale decisamente equilibrata, con le difese a farla da padrona e con un Pescara che così facendo stronca le velleità di pareggio spezzino. A 5 dal traguardo del primo tempo, lo Spezia va vicinissimo all’1-1 con Migliore che crea scompiglio in area di rigore, e crossa nel mezzo, dove la deviazione di Catellani vede il capolinea fra le braccia di Pelizzoli. Dopo un ultimo squillo a firma Sforzini, termina un primo tempo che ha visto un Pescara cinico nello sfruttare l’unica vera occasione capitata nella prima frazione. Lo Spezia, al contrario a cerca sin da subito il pari, ma si è visto più volte murato da Pelizzoli. Avvio di ripresa vivo con uno Spezia alla ricerca del gol del pari già nei primi minuti con uno stacco di Ferrari e con Giannetti che lasciato libero in area non sfrutta una trasmissione precisa di Madonna. Al quarto d’ora ancora i padroni di casa vicini alla rete con Catellani che servito di tacco da Ferrari spara in curva. A metà frazione arriva anche l’occasione del raddoppio abruzzese, prima con Salviato che fa partire un radente ben indirizzato, messo in angolo da Leali e poi con Brugman che dopo aver recuperato palla lascia partire un destro dal limite di poco alto. Nell’ultima parte, dopo la girandola di cambi, la gara si incattivisce, con i gialli che fioccano e un principio di rissa sfiorato . All’88’, Spezia ancora ad un soffio dal pari con Ebagua che approfittando di un errore difensivo scarica una conclusione a fil di palo. Dopo un ultima occasione per il Pescara targata Mascara e cinque minuti di recupero termina il match con la vittoria degli abruzzesi che superano in classifica proprio i liguri padroni dio casa.

SHARE