SHARE

Inter

Nell’anticipo serale dalla 28/a giornata di serie A l’Inter batte il Verona al Bentegodi per 2-0 grazie alla reti di Palacio e Jonathan. Buona prova dei nerazzurri che hanno controllato la partita per larghi tratti mostrando anche del bel calcio. Scaligeri pericolosi solo sul finale di primo tempo e non perfetti in difesa. Sesto risultato utile consecutivi per la squadra di Mazzarri con quattro vittorie e due pareggi.

Sempre Palacio – Parte molto bene l’Inter che, con grande pressione sulla metà campo, attacca dai primissimi minuti. Subito un’occasione per i nerazzurri, al 7’ palla tagliata di Guarin e traversa piena di Icardi che di testa aveva impattato molto bene.  Dopo solo 60 secondi ancora l’argentino pericolo di testa, servito da Palacio questa volta la sfera finisce di poco a lato. Alla terza occasione i nerazzurri trovano la rete del vantaggio: al 13’ grande azione personale di Jonathan che dalla destra crossa forte al centro, tutto facile per Palacio che a porta sguarnita deposita comodo in rete. Tredicesima rete stagionale per El Trenza  che festeggia al meglio il prolungamento del contratto.

Il Verona ci prova – Dopo l’avvio choc provano a riorganizzarsi i padroni di casa, il primo tiro in porta degli scaligeri è al 24’ con Marquinho che, a limite dell’area, incrocia fuori alla destra di Handanovic. Episodio dubbio al 28’ in area nerazzurra, scintille tra Toni e Ranocchia con l’attaccante azzurro che probabilmente accentua la caduta, non ci sono gli estremi per il penalty. Dopo la prima mezzora di chiara marca nerazzurra, è il Verona a chiudere avanti la prima frazione pur senza creare vere occasioni da gol.

L’Inter raddoppia…le traverse – La ripresa si apre sulla falsa riga dell’inizio di match, buona pressione dell’Inter che presiede la metà campo scaligera. Al 55’, come nel primo tempo, gli ospiti colpiscono una traversa, punizione fantastica di Hernanes che da posizione quasi impossibile aggira la barriera e colpisce il secondo legno della partita. Intorno alla prima ora di gioco i nerazzurri costruiscono due buone palle gol ma Guarin prima e Icardi poi sprecano calciando lontano dalla porta di Rafael.

Il ritorno di Jonathan – AL 63’ l’Inter trova la rete del 2-0, arrembante ripartenza dei nerazzurri con Guarin che serve Jonathan in campo aperto, l’esterno brasiliano ci prova prima di destro e, dopo la respinta di Rafael, è ancora lui caparbiamente a insaccare in porta di sinistro. Al 71’ grandissima occasione per il Verona di accorciare le distanze, cross molto ben calibrato di Marquinho dalla sinistra ma tutto solo Moras colpisce alto sopra la traversa.

Handanovic la sigilla – Nel finale i nerazzurri controllano con un buon giro la palla il risultato senza correre rischi. Nei minuti di recupero il Verona ha una doppia occasione per trovare la rete ma trovano di fronte un super Handanovic che su Iturbe prima e Romulo compie due interventi mostruosi e mantiene la porta inviolata per la terza partita consecutiva.

SHARE