SHARE

jonathan palacio inter

HELLAS VERONA

Rafael 5: Graziato da due legni, ha delle responsabilità su entrambe le reti nerazzurre.

Cacciatore 6: Uno dei pochi positivi del reparto difensivo e di tutto il Verona. Corre instancabilmente su tutta la fascia affrontando a viso aperto un certo Palacio. (dal 75’) Martinho s.v.

Moras 5,5: Perde diversi duelli fisici con Icardi e si mangia un gol di testa che forse poteva riaprire la partita.

Maietta 5: Come per Rafael è colpevole in occasione delle reti nerazzurre. Non intercetta la palla di Jonathan per Palacio e non riesce a spazzare sempre sul brasiliano nella ripresa.

Albertazzi 5: Ha l’ingrato compito di marcare uno dei migliori Jonathan della stagione. In fase di spinta completamente assente.

Sala 6: Dimostra una buona gamba e discrete qualità tecniche. Dopo la partenza di Jorginho avrà altre occasioni per mettersi in mostra.

Donati 5: Rispolverato da Mandorlini dopo tanta panchina, paga un pizzico di nervosismo. Il centrocampo dell’Inter è in serata e lui non riesce a contrastarlo.(dal 85’) Cirigliano s.v.

Marquinho 6,5: Corre veramente tanto per tutta la partita. Protagonista nelle due occasioni più importante per i suoi.(dal 85’) Cacia s.v.

Romulo 6: Giocando da ala destra dimostra grandissima duttilità  e, supportato da una buona condizione fisica, conferma di essere uno dei pochi giocatori in forma del Verona.

Iturbe 6: Dà il suo contributo sulla sinistra ma è dal lato opposto che a lui piace attaccare, come dimostra nella fase finale di partita. In prima battuta va via quasi sempre.

Toni 5,5: Si danna l’anima come in ogni partita ma contro Ranocchia questa sera c’è poco da fare.

 

INTER

Handanovic 6,5: Dopo non essere stato quasi mai impegnato per tutta la partita, a tempo scaduto compie due interventi mostruosi su Iturbe e Romulo. Il ritorno dei nerazzurri passa per le sue mani.

Campagnaro 6: Con Jonathan così ispirato è meno intraprendente del solito e si limita ai compiti difensivi. Soffre un tantino il passo di Iturbe ma con la sua esperienza riesce a non sfigurare.

Ranocchia 7: Dopo due mesi di sola panchina si sta riprendendo l’Inter a suon di grandissime prestazioni. Dopo Immobile, il centrale nerazzurro annulla completamente Toni. Probabilmente il miglior Ranocchia della stagione.

Rolando 6,5: Che giochi a destra, al centro o a sinistra come stasera il risultato non cambia. Da oggetto semi-misterioso a titolarissimo della difesa.

Jonathan 7,5: Dopo un inverno in forte calo, l’esterno brasiliano si è ufficialmente ritrovato. Migliore in campo con l’assist per Palacio e la rete che chiude i giochi nella ripresa. Gioca altissimo per tutta la partita con grande forza e intelligenza tattica.

Guarin 6: Ancora una prestazione positiva per il colombiano senza però trovare l’acuto decisivo. Gioca per la squadra. (dal 73’) Kovacic 6: Merita la sufficienza solo per una magia in area quando sforza un assist perfetto al centro.

Cambiasso 6: Neuroni e muscoli al servizio della squadra, i nerazzurri esprimono un buon giro palla è lui è quello che lo dirige.

Hernanes 6,5: Partita a due facce per il brasiliano, male nel primo tempo ma assoluto padrone del centrocampo nella ripresa. Calcia una punizione magistrale di sinistro che meriterebbe maggior fortuna. (dal 91’) Kuzmanovic s.v.

D’Ambrosio 6: Davanti non garantisce la qualità di Nagatomo ma gioca una partita diligente senza sbavature in fase difensiva. (dal 69’) Zanetti 6: Si piazza sulla sinistra e abbina bene le due fasi.

Palacio 6,5: Festeggia alla grande il prolungamento di contratto. Fa 13 in campionato fornendo l’ennesima prova sopra le righe. Il primo a difendere e poi a far ripartire l’azione con grande impegno e qualità.

Icardi 6: Inizio di partita prepotente per l’argentino che centra l’ennesimo legno stagionale e si rende pericoloso in almeno altre due circostanze. Cala leggermente nella fase centrale del match ma sarà comunque prezioso con la sua fisicità nei minuti finali.

 

SHARE