SHARE

atletico-madrid diego costa

Nell’ultimo anticipo della 28/a giornata di Liga, l’Atletico Madrid batte l’Espanyol, si vendica della sconfitta dell’andata e continua la sua rincorsa al Real, vincitore nel pomeriggio sul campo del Malaga. A decidere l’incontro la solita rete di Diego Costa che, ad inizio ripresa, batte Casilla e regala tre preziosi punti ai suoi.

POCO CALCIO, TROPPI CALCI – I colchoneros, reduci dal 4-1 al Milan negli ottavi di Champions, schierano la coppia Villa-Diego Costa supportata da Arda Turan e dall’ex Napoli Sosa. Aguirre risponde con un 4-2-3-1 con Sergio Garcia di punta e Pizzi, Stuani e il grande ex Simao dietro. La partita è subito molto fisica e l’arbitro deve intervenire più volte. La prima occasione del match è per i padroni di casa e arriva al 15′: punizione di Gabi, colpo di testa di Villa e grande intervento di Casilla. Quattro minuti è il turno dell’Espanyol: il tiro dal limite di Sergio Garcia viene deviato da Alderweireld e costringe Courtois all’ennesimo grande intervento della sua splendida stagione. Le occasioni, però, si contano sul palmo di una mano e, ad eccezione di un paio di tentativi di David Villa e Gabi terminati a lato, non si registrano grosse emozioni fino al termine del primo tempo. Poco calcio e troppi calci nei primi 45 minuti, alla fine dei quali si contano 7 falli dell’Atletico e 11 dell’Espanyol.

SOLITO DIEGO – La ripresa comincia sulla stessa falsariga della prima frazione: l’Atletico tiene palla ma i catalani difendono con ordine, senza correre mai grossi pericoli. Dopo 7 minuti Simeone effettua il primo cambio, inserendo il talento madrileno Koke in luogo di un evanescente Sosa e la partita all’improvviso cambia. Al 55′ Villa serve Diego Costa in profondità con uno splendido filtrante: la punta della nazionale spagnola non si fa pregare e trafigge Casilla con la consueta freddezza. Aguirre reagisce inserendo Cordoba in luogo di Simao che riceve la standing ovation del Calderon. E’ l’Atletico, però, ad andare vicino al raddoppio con Arda Turan prima (destro da fuori) e ancora Diego Costa (arrivato troppo fiacco alla conclusione). L’Espanyol, comunque, ci prova, rendendosi pericoloso in un paio di circostanze con David Lopez (attento Courtois) e Sergio Garcia (alto), rischiando però di capitolare definitivamente sul contropiede concluso a lato dal neo-entrato Raul Garcia. Dopo un ultimo velleitario tentativo di Sergio Garcia che finisce lontano dalla porta dei biancorossi, l’arbitro fischia per tre volte: finisce 1-0 per la squadra di Simeone che, nonostante una prestazione poco brillante, porta a casa tre punti pesanti e rimane in piena lotta per il titolo.

Tabellino

Atletico Madrid-Espanyol 1-0: 55′ Diego Costa

Atletico Madrid (4-4-2): Courtois; Juanfran, Godin, Alderweireld, Luis; Tiago, Gabi, Sosa (52′ Koke); Turan (70′ Diego), Costa, Villa (80′ Raul Garcia). Allenatore: Simeone.

Espanyol (4-2-3-1): Casilla; J.Lopez, Colotto, Moreno, Fuentes; Sanchez (85′ Alex), D.Lopez; Pizzi (89′ Torje), Stuani, Simao (62′ Cordoba); Garcia. Allenatore: Aguirre.

 

 

 

SHARE