SHARE

seedorf

 

L’allenatore del Milan, Clarence Seedorf, è deluso dopo la sconfitta casalinga per 2-4 contro il Parma: “Sono sempre delle situazioni delicate, perché c’è gente che ha affetto in campo e fuori per questa maglia. E’ stato un incontro pacifico, tutti vogliono il bene del Milan e quindi dopo due anni di sofferenza si è sentito il bisogno di fare un incontro breve, ma pacifico. Sono stato lì un attimo, ma direi comunque alcune cose positive. C’è grande rispetto per la maglia. L’impegno e la prestazione li apprezzano, i risultati fanno parte ma si parla di tante cose in più e non devo essere io a spiegare le loro ragioni di protesta. L’espulsione ha certamente condizionato la partita, ma abbiamo anche recuperato con l’uomo in meno. L’eccesso di grinta poi ci ha portato a perderla, però, questa partita. Oggi la squadra ha comunque dato tutto ciò che aveva. A fine primo tempo ho detto alla squadra di crederci, tante volte ho vinto partite giocando in 10. E i ragazzi sono stati bravi a reagire. Sul 2-2 forse dovevamo leggere meglio la partita, riposare compatti e non subire il contropiede. Montolivo mi dispiace tantissimo. Si è impegnato tanto come tutti, doveva giocare trequartista e guardando gli allenamenti ho capito chi mentalmente aveva recuperato dalla sconfitta di Madrid. E’ un gran peccato che sia iniziata così. Difenderò questi colori fino in fondo, e anche i problemi che abbiamo avuto fino a questo punto non hanno importanza. Bisogna sapere come risolvere i problemi, non cercare colpevoli. Bisogna lavorare tanto, serve l’impegno e forse un po’ di applicazione in più. Paghiamo caro tutti gli errori”.

SHARE