SHARE

Lesultanza-del-Matelica-650x432

Matelica – Isernia doveva essere una classica partita di serie D. 600 spettatori, tanto agonismo e passione in campo e squadre a caccia di un risultato positivo. E invece ieri Matelica è sulle pagine di tutti i giornali per l’aggressione subita da Daniele Scartozzi, centrocampista della squadra locale, da parte dell’allenatore avversario, Michele Califano dell’Isernia. Scartozzi, tra l’altro, non era presente in campo nella vittoria dei suoi per 1-0 (gol in pieno recupero di Gadda) ma fermo per un infortunio ma aveva partecipato comunque ai festeggiamenti della squadra al termine del match.

Proprio negli spogliatoi Michele Califano, tecnico dell’Isernia, ha incrociato Scartozzi e ha iniziato ad aggredirlo verbalmente, come raccontano i testimoni, mettendo fine ai festeggiamenti del Matelica. Poi subito dopo è passato dalle parole ai fatti rifilando un calcio all’inguine al povero centrocampista che è crollato al suolo. Immediato l’intervento dei carabinieri che hanno fermato il tecnico e permesso l’arrivo del 118 che ha portato via in barella il giocatore. Le forze dell’ordine hanno preso le generalità del tecnico e trasmesso tutto alla Prefettura. Lo stesso poi si è allontanato con la squadra in pullman per ritornare in Molise, mentre i tifosi del Matelica hanno aspettato l’uscita dei propri giocatori per manifestare tutto il loro appoggio nei confronti di Scartozzi e la totale disapprovazione per l’episodio accaduto.

Una brutta pagina di calcio che ha oscurato un bel match terminato con un gol in pieno recupero e che ha riportato la vittoria in casa Matelica, che mancava da ben quattro settimane.

SHARE