SHARE

De Sanctis

ROMA

De Sanctis 7,5: E’ molto raro vedere un portiere subire due reti e distinguersi come migliore in campo. L’estremo difensore giallorosso è autore di almeno 3 interventi decisivi, tutti ad altissimo coefficiente di difficoltà, mostruoso su Badu.

Torosidis 6,5: Spinge molto nella fase centrale di match, concedendo anche qualcosa in fase difensiva. Segna al termine di una bella galoppata quello che poi risulterà il gol decisivo.

Benatia 6,5: Con De Sanctis, tiene a galla i suoi nei momenti decisivi della partita. Forza ed eleganza lo contraddistinguono come sempre.

Castan 5,5: Non fa malissimo ma paga l’indecisione sul gol di Pinzi, Totti perde la palla ma lui non riesce a recuperare la posizione.

Dodò 6: Al rientro dopo quasi due mesi di stop non spinge più di tanto e si limita ai compiti difensivi. (dal 84’) Romagnoli s.v.

Pjanic 6,5: Nonostante qualche errore in fase di disimpegno, è sempre tra i migliori dei giallorossi. Disegna geometria per tutto il match sfornando assist a ripetizione.

Nainggolan 6: Aveva già dimostrato di essere a suo agio negli schemi di Garcia, mezzo voto in meno per una gravissima leggerezza che stava costando il pareggio di Di Natale.

Taddei 6: Non è Strootman né tantomeno il Taddei di Spalletti ma con la sua esperienza riesce comunque a tenere botta nella zona nevralgica del campo.

Gervinho 6: Voto che fa media con la brillante performance del primo tempo e quella deludente della ripresa. Metto lo zampino nelle prime due reti giallorosse ma nel secondo tempo scompare con il passare dei minuti.

Destro 6,5: Nonostante le panchine e le critiche che spesso si trascina i numeri parlano per lui. Settima rete stagionale che gli alza ancora la media gol, intorno a 1 a partita. Buona prova di sacrificio anche in fase di non possesso. (dal 80’) Bastos s.v.

Totti 6,5: Pur non essendo al top fisicamente, riesce a compensare con le sue infinite qualità tecniche. Torna, vince e fa gol, è ancora lui il migliore. (dal 72’) Florenzi 5,5: Fallisce clamorosamente un’occasione facile facile che poteva regalare ai suoi un finale più tranquillo.

 

UDINESE

Scuffet 5,5: Meno sicuro del solito, sbanda su una conclusione di Benatia e non perfetto nell’uscita sul gol di Destro.

Heurtaux 7: Uno dei primi difensori del campionato ad arginare la corsa di Gervinho. In assoluto il migliore dei suoi.

Danilo 5,5: Non riesce a governare la difesa come fa spesso, merito anche della qualità dell’attacco avversario.

Domizzi 6: Quando i giallorossi giocano palla a terra sono dolori, provvidenziale su Destro dopo una respinta di Scuffet.

Widmer 6: Parte un tantino con il freno a mano ma acquisisce fiducia con il passare dei minuti. Sufficiente sia in fase di spinta che di contenimento.

Allan 6: Per grinta e forza fisica è uno dei migliori del campionato, concede qualcosa dal punto di vista tecnico con qualche errore di troppo in entrambe le fasi.

Pinzi 6: Male nel primo tempo quando se la deve vedere con Pjanic, ha il merito di inventarsi il gol, tra l’altro molto bello, che riapre la partita.(dal 63’) Muriel 5: Sembra il gemello scarso del giocatore che fino a poco tempo fa stupiva tutti. Entra nella mezzora finale ma sembra più stanco di chi già era in campo dall’inizio.

Badu 6,5: Uno dei migliori della squadra, De Sanctis gli nega il gol in due occasioni.(dal 84’) Zielinski s.v.

Basta 6: In una serata non particolarmente brillante per lui, mezzo voto in più per il gol in mezza girata sul calcio d’agolo.

Pereyra 5,5: Fatica ad inserirsi e a dialogare con i compagni, non entra mai in partita.

Di Natale 6: Conferma di essere in ripresa dal punto di vista fisico, trova sulla sua strada uno strepitoso De Sanctis.  (dal 80’) Nico Lopez s.v.

 

SHARE