SHARE

gervinho4

ORRORI DIFENSIVI La prima frazione è praticamente un monologo giallorosso: se il centrocampo clivense regge botta contro gli avversari, nettamente superiori dal punto di vista tecnico, la difesa è protagonista in negativo nelle figure di Dainelli e Cesar. Quest’ultimo, in particolare, commette un errore clamorosamente grossolano al minuto numero 17: sciagurato retropassaggio di testa sul quale si fionda Gervinho a cui basta un tocco per battere Agazzi ed insaccare l’1-0. Mentre sul fronte opposto Benatia e Castan dimostrano ancora una volta di essere fra i migliori difensori della Serie A chi è sottotono è Mattia Destro che, senza una posizione ben definita, appare il più fuori dal gioco dei suoi. L’incantesimo però si rompe: Taddei trova una verticalizzazione illuminante e il numero 22 della Roma si infila fra Dainelli e Cesar, piuttosto addormentati, battendo ancora una volta di giustezza un incolpevole Agazzi. Al riposo si va sul 2-0 per i giallorossi in una partita che sembra avere poca storia: 0 i tiri in porta dei padroni di casa alla fine della prima frazione.

TRANQUILLA GESTIONE Nella seconda frazione i clivensi mettono fuori la testa, ma dopo la sfuriata iniziale è la Roma che torna a prendere in mano le redini del gioco: la squadra di Garcia raramente affonda il colpo e si limita a gestire il possesso palla contro un avversario che fa molta fatica anche solo a rubare palla. Il più vivace dei gialloblu entra al 70′ al posto di Lazarevic, fino a quel momento il migliore dei suoi: Victor Obinna si fa vedere per un paio di volte dalle parti di De Sanctis in soli 3 minuti, ma è troppo poco per una squadra che va in netta difficoltà appena il pressing della seconda in classifica si fa più martellante.

La partita si conclude dunque con un secco 0-2: la Roma non disputa una grandissima partita ma il Chievo dimostra di essere ben poca cosa, facendosi smontare da un pressing organizzato. I ragazzi di Garcia continuano a correre tenendo a distanza il Napoli, mentre i clivensi dovranno dimostrare ben altra verve nel turno infrasettimanale: i ragazzi di Corini affronteranno il Bologna in una battaglia all’ultimo sangue per conquistarsi la salvezza.

SHARE