SHARE

benatia

CHIEVO VERONA 5 Il divario fra le due squadre è abissale e si è visto: nonostante la Roma non abbia disputato una delle sue migliori partite i clivensi non hanno praticamente mai impensierito gli avversari, sempre asfissiati e in diffic0ltà non appena pressati

Michael Agazzi 6 I suoi difensori non lo coprono a sufficienza, è incolpevole sulle due reti giallorosse

Bostjan Cesar 4.5 Il peggiore in campo: deve fare mea culpa per la reti di Gervinho e Destro, una delle sue peggiori serate

Dario Dainelli 5 Anche lui non è esente da colpe, soprattutto sulla rete del 2-0 di Destro

Nicolas Frey 5.5 Il meno peggio della retroguardia casalinga, va comunque in grandissima difficoltà quando si trova puntato da Gervinho

Gennaro Sardo 5 Va in crisi quando viene pressato, la giocata non gli riesce quasi mai, molto impreciso nelle verticalizzazioni

Simone Bentivoglio 5.5 Avrebbe un buon piede per giocare da pressato ma gli manca la responsabilità nel chiedere la palla: man mano sparisce dal gioco

Luca Rigoni 6 Il capitano clivense lotta con le unghie e con i denti ma Pjanic, Nainggolan e Taddei sono giocatori di tutt’altra caratura tecnica. Indomito

Ivan Radovanovic 5 Di lui ci si ricorda di un debole tiro in porta e niente più, il più negativo nel centrocampo del Chievo

Adrian Stoian 5.5 Più fumoso che utile, il giocatore proveniente dalle giovanili della Roma stecca e viene sostituito a fine primo tempo (dal 46′ Matteo Rubin 6 Nel secondo tempo la Roma è meno asfissiante ed ha più spazio per giocare)

Alberto Paloschi 5.5 Gli arrivano pochissimi palloni, si perde fra Castan e Benatia che non perdono un colpo (dal 59′ Sergio Pellissier 5 Non tocca neanche un pallone, impalpabile)

Dejan Lazarevic 6 Il migliore dei suoi, lotta e si fa sempre pericoloso: si dimostra ancora una volta un buon acquisto. Lascia il campo sfinito (dal 70′ Victor Obinna 6.5 Si eleva dalla media della squadra lottando e cercando la conclusione: è l’unico a concludere verso la porta di De Sanctis, per ben due volte)

ROMA 6 Massimo risultato, minimo sforzo: la squadra di Garcia porta a casa i 3 punti con una prestazione non eccelsa ma comunque sufficiente ad avere la meglio su un Chievo molto distratto

Morgan De Sanctis 6 Deve aspettare il 70′ minuto per essere impensierito, ma se la cava in tutta tranquillità sulla conclusioni forti ma centrali di Obinna

Alessio Romagnoli 6 Prestazione ordinata del classe ’95, bravo a far dimenticare l’errore fatale nella trasferta al San Paolo

Leandro Castan 6.5 Solita prestazione tutta ruvidità e anticipi del  centrale brasiliano, sempre più di sicuro affidamento. Altro messaggio per Scolari da parte del centrale romanista

Mehdi Benatia 7 E’ il leader emotivo di questa squadra: quando Maicon si stizzisce lo riprende, in difesa è impeccabile presentandosi sempre puntuale sulle chiusure, è sicuramente la sua miglior stagione. MVP

Maicon Douglas 6 Molto nervoso il terzino brasiliano che litiga con i compagni per tutto il primo tempo: sostituito nella seconda frazione dopo una prestazione sufficiente (dal 46′ Vasilis Torosidis 6 Compitino per il greco che contiene in maniera ordinata)

Rodrigo Taddei 7 Grandissima partita del veterano della Roma, che agisce da playmaker dettando i tempi di gioco e mostrando grandissima applicazione in fase di interdizione: delizioso l’assist che manda in porta Destro

Radja Nainggolan 7 Uomo ovunque dei giallorossi, è preziosissimo in fase di non possesso e si fa pericoloso con un paio di conclusioni dalla distanza. Rallenta dopo aver ricevuto una botta al ginocchio

Miralem Pjanic 6.5 La partita la Roma la vince a centrocampo anche grazie alla classe del suo numero 15, che dimostra una rapidità di pensiero e di gambe nettamente fuori dal comune

Gervinho 6.5 Letale sull’occasione del gol, si vede in un paio di accelerazioni delle sue: per il resto ordinaria amministrazione, diligente anche in fase difensiva

Mattia Destro 6 Una prestazione non eccezionale coronata comunque dalla rete: per Prandelli sarà molto difficile tenere lui e Immobile fuori dall’aereo per il Brasile (dal 76′ Michel Bastos SV)

Francesco Totti 6 Molte finezze ma stavolta poca concretezza: delizia il pubblico con qualche tocco dei suoi e fa girare la squadra, sta tornando in ottima condizione (dal 59′ Alessandro Florenzi 6 Ci mette la solita grande corsa abbinata ad un’ottima tecnica di base)

SHARE