SHARE

Henrique

Henrique Adriano Buss è un calciatore brasiliano, classe 1986 difensore del Napoli, arrivato dal Palmeiras in punta di piedi nella finestra invernale di trasferimenti. Il suo arrivo è stato accolto con molta freddezza dal popolo partenopeo e dagli esperti di calciomercato, ritenendolo inappropriato alla Serie A e quindi non in grado di far fare il salto di qualità alla difesa azzurra, soprattutto perché proveniente da una società brasiliana che nell’ultima annata ha preso parte alla serie B verdeoro.

In molti hanno dimenticato che Henrique ha anche militato nelle file del Barcellona, senza mai scendere in campo, prima di approdare al Bayer Leverkusen e al Racing Santander. Benitez, però ha sempre difeso la sua scelta, elogiando le sue capacità di adattamento ad altri ruoli, come ampiamente dimostrato dalla drastica decisione di lasciare Jorginho fuori dalla lista Uefa per portare l’ex Palmeiras, in grado di ricoprire anche il ruolo di centrocampista centrale, all’occorrenza. Il centrale brasiliano, dopo l’esordio con la Roma e i primi spezzoni di gara da centrocampista, ha avuto la sua prima occasione da titolare in difesa contro lo Swansea, contribuendo a mantenere inviolata la porta azzurra. Ha poi giocato da titolare in mediana, novanta minuti all’andata degli ottavi di finale di Europa League contro il Porto, risultando fra i migliori, e nell’ultima gara di campionato, a Torino, a sorpresa, il tecnico spagnolo lo ha schierato addirittura in un nuovo ruolo, quello di terzino destro, al posto di uno spento Reveillere, risultando molto positivo.

Infine nella gara di ritorno contro i portoghesi, il duttile brasiliano ha offerto un’ottima prestazione da titolare ancora come terzino destro. Dinamico, propositivo e sempre pronto ad inserirsi. Henrique ha sfiorato il gol e spesso ha coperto con esperienza e disinvoltura la propria zona di competenza. Così facendo il tecnico spagnolo potrebbe aver trovato la soluzione al rebus terzini, dati gli infortuni di Maggio e Zuniga e la condizione poco brillante dello stesso Reveillere. Potrebbe essere proprio Henrique il nuovo jolly azzurro, un tuttofare in grado di ricoprire ben tre ruoli. Nel precampionato fu già fatto un tentativo con Behrami che di comune accordo con l’allenatore rifiutò la proposta, ma ora Henrique è pronto a raccogliere l’invito, dimostrando con la sua grande abnegazione e il suo senso tattico di poter sopperire ai limiti tecnici.

SHARE