SHARE

«E’ il peggior avversario che potessimo prendere», parole firmate da Bernard Lacombe, uomo-mercato dell’Olympique Lione e storico consigliere del presidente Jean-Michel Aulas. Questa la reazione del club francese dopo il sorteggio per i quarti di finale di Europa League, che vedrà contrapposto al Lione proprio la Juventus. «I bianconeri sono la squadra da battere nell’intero tabellone dell’Europa League e non solo perché la finale si giocherà nel loro stadio, a Torino. Da Buffon a Pirlo, da Tevez a Llorente, per non parlare di Conte, bravissimo allenatore. E che dire di Paul Pogba, forse il più grande talento attuale del calcio francese?».

Sfavoriti sì ma non vittime sacrificali: «Per noi sarà dura, durissima, anche perché ci troveremo a disputare un incontro ogni tre giorni e si tratterà di sfide di alto livello e per una squadra come la nostra, che non ha riserve di prestigio, sarà più complicato. Ma alle volte il fatto di giocare contro una squadra del genere, che da tre anni sta dominando nel campionato italiano, ti dà motivazioni in più e stimoli speciali. Credo che, per i nostri calciatori, affrontare la Juventus dopo essere stati, in precedenza, sui campi di Pilsen contro il Viktoria e di Odessa contro il Chernomorets sarà un’iniezione energizzante. I favoriti sono loro, su questo non ci piove. Ma noi ci proveremo, anche perché si sa che in campo si gioca 11 contro 11Noi abbiamo solo una piccola chance: cercheremo di coglierla. Sarà una grande sfida, anche per i nostri tifosi. Abbiamo affrontato tanti club italiani, ma mai la Vieille Dame, la Vecchia Signora».

SHARE