SHARE

seedorf_tassotti_milan_verona

Non è stata certamente una settimana semplice per Clarence Seedorf e i suoi ragazzi, al centro di tante polemiche dopo la contestazione dei tifosi in occasione della gara contro il Parma. Ne ha parlato il tecnico nella consueta conferenza stampa a Milanello, ecco le sue parole: “Sarebbe stato meglio forse giocare subito. Allenarsi una settimana intera è importante, abbiamo fatto una bella settimana di lavoro. Ho visto una bella reazione della squadra, che speriamo di riuscire a fare vedere anche domani. Vogliamo ottenere un risultato positivo, che può arrivare grazie a buone prestazioni. Serve coraggio e intesità per cercare il risultato, anche se sappiamo che avremo davanti una squadra difficile da affrontare”.

E sull’incontro si ieri con l’ad Adriano Galliani: “Ho chiesto io questo incontro, è stato costruttivo e chiesto alla società di stare vicino a me e alla squadra. E’ stato un incontro positivo. Io dò sempre il 100%, sono sicuro di poter costruire qualcosa di importante anche da allenatore. L’impegno che sto mettendo al Milan porterà dei frutti, sono convinto di questo. Ora so che la situazione è delicata e complicata, ma io sono concentrato sulla squadra, l’avversario e i risultati che stiamo cercando”.

Ma cosa cambiare in questo Milan? Ecco la risposta del tecnico:  “Sono qui da due mesi e tutti i giorni ho cercato di fare qualcosa di diverso, voglio sempre migliorare. Qualche miglioramento si è già visto, poi giustamente si parla sempre dei risultati e le cose non stanno andando bene. Nessuno della società mi ha detto che le prossime due partite sono decisive per il mio futuro. Le mie scelte sono state chiare fin dall’inizio, abbiamo una rosa di un certo tipo e io cerco di sfruttare le qualità dei miei ragazzi”.

In settimana si è parlato tanto sulle divisioni interne dello spogliatoio del Milan, ma Seedorf è sicuro del contrario: “Lo sento in mano al 100%. Ho letto un po’ di cose, ma io vedo una squadra che si impegna e che vuole fare bene. Nessun giocatore era presente ad Arcore. Io mi sento responsabile di quello che è successo da quando sono arrivato, non di quello che è successo prima. Siamo migliorati fisicamente, domenica in 10 abbiamo fatto qualcosa che un mese fa non saremmo stati in grado di fare. Io sono tranquillo, il mio obiettivo è cercare di mettere in campo una squadra pronta per vincere le partite”.

Il tecnico olandese si è anche soffermato su qualche considerazione tecnica: “Non credo che prendiamo gol perchè giochiamo con il 4-2-3-1, stiamo cercando di lavorare tutti insieme per difenderci meglio. Abbiamo cambiato spesso per necessità, molte volte abbiamo avuto degli infortuni. Honda centrale? Quando attacchiamo lui è libero di muoversi. Contro la Samp ha fatto una buona partita, qualche volta potrebbe anche giocare lì, ma ci sono tanti giocatori che possono giocare in quel ruolo. Honda ha tante qualità e può fare bene anche a destra”.

In conclusione una chiosa sul rapporto tra Clarence Seedorf e Adriano Galliani: “Sono state scritte tante cose, io e Galliani ci conosciamo da tanti anni. Siamo andati sempre d’accordo, io rispetto molto il suo ruolo e credo che la sua esperienza sia fondamentale per il club. Quando ho iniziato questo nuovo ruolo al Milan ho chiesto di avere al mio fianco Galliani”.

SHARE