SHARE
roberto mancini

Mancini

Il tecnico del Galatasaray, Roberto Mancini, è intervenuto ieri ai microfoni di Fox Sports per commentare il Clasico di Spagna tra Barcellona e Real Madrid: “E’ stata una partita straordinaria, divertente, davvero unica anche se costellata da errori clamorosi. Messi e’ stato stupendo con tre gol e un assist. Ha dimostrato a tutti di essere un fuoriclasse. Penso che Messi rimarra’ per sempre al Barcellona, squadra nella quale ha esordito e si e’ affermato. Benzema ha fatto due gol straordinari come movimenti e tecnica. Iniesta e’ stato tra i migliori in campo anche se alla fine del primo tempo ha dimostrato di essere umano, sbagliando un passaggio. I due rigori del Barcellona erano netti, mentre quello del Real Madrid e’ scaturito da un fallo fuori area. Mascherano e’ un grande centrocampista, ma come centrale non da’ garanzie, come dimostrano i primi due gol del Real Madrid. Il risultato pi. L’espulsione su rigore l’ha un po’ falsata. Neymar si deve ancora ambientare nel Barcellona, deve ancora entrare nel vivo del gioco del Tata Martino”.

RITORNO DIFFICILE MA…“E’ difficile un mio ritorno all’Inter, anche se con Thohir sta cambiando tutto. Io al Milan? Non si sa mai nella vita, perché no… Faccio l’allenatore, tutto può accadere. Non dipende solo da me. Balotelli deve cercare di fare il possibile per cercare di essere quello che era qualche tempo fa. Ha delle  grandi qualita’, ma molto dipende da lui, non dagli altri. Il campionato italiano e’ sempre molto difficile, la speranza e’ quella di renderlo ancora piu’ competitivo, riportando in Italia i piu’ grandi giocatori. Cassano al Mondiale? In questo momento sta giocando bene, ma e’ ancora tutto da vedere”.

SHARE