SHARE

FlorenziROMA

De Sanctis 5,5: Quando si prende gol al primo vero tiro in porta, anche se si tratta di un mezzo capolavoro, c’è sempre qualche responsabilità. Indeciso anche su una conclusione nel finale.

Maicon 7: Il cuore e l’anima di questa squadra. Dribbla, corre, chiude in difesa e carica pubblico e compagni. Il gol vittoria parte da una sua palla recuperata quando solo pochi minuti prima era stato decisivo su Immobile in chiusura, un colosso.

Toloi 5,5: Il capocannoniere del nostro campionato lo battezza segnandogli in faccia un gol pazzesco, peccato perché il resto della partita non è stata poi così male.

Castan 6,5: Annulla completamente Cerci concedendogli una sola conclusione. Dirige alla grande la difesa tenendo la linea sempre molto alta.

Romagnoli 6: I giallorossi attaccano quasi esclusivamente sulla fascia opposta e lui si limita, viste anche le sue qualità, ad agire in fase difensiva. (dal 70’) Bastos 5: Gioca 20 minuti e trova il tempo di concedere un inutile calcio d’angolo e di farsi ammonire, fino adesso un’assoluta delusione.

De Rossi 6: Dopo la lunga squalifica ha un po’ di ruggine da grattare, un pizzico sotto-ritmo come tutta la mediana giallorossa.

Nainggolan 6: In mezzo il solito dinamismo combinato alla solita foga agonistica, a volte anche troppa. Si propone poco in fase d’inserimento. (dal 82’) Florenzi 6,5: In soli 8 minuti fa quello che era mancato a Radja, sbaglia l’aggancio su una geniale palla di Ljajic ma poi si riscatta alla grande con un sinistro tanto perfetto quanto decisivo.

Pjanic 6,5: Come un diesel, cresce alla distanza. Nel primo tempo ci vuole un Padelli straordinario a negargli la rete mentre nella ripresa, quando i suoi sembrano un tantino in affanno, è tra i pochi a saltare l’uomo con continuità e a mantenere alta la pressione.

Totti 5,5: Parte bene nel primo tempo quando dialoga spesso e bene con Maicon sulla destra. Nella ripresa cala vistosamente limitandosi a toccare qualche palla molto lontano dalla porta. (dal 70’) Ljajic 6: Entra meno svogliato del solito, offre una palla geniale non sfruttata da Florenzi.

Gervinho 7: Nonostante il solito clamoroso errore sotto porta, è sempre lui l’uomo decisivo dei giallorossi. Se c’è qualche dubbio in occasione del gol di Destro, l’assist per Florenzi è sicuramente suo, l’ennesimo stagionale. Sempre devastante in accelerazione.

Destro 6,5: Continua a timbrare il cartellino con una frequenza disarmante. A volte un tantino macchinoso nel gioco corale dei giallorossi ma quando c’è da buttarla dentro è implacabile.

TORINO

Padelli 6,5: In grande serata, compie un doppio intervento fantastico su Destro prima ma soprattutto su Pjanic poi.

Bovo 5: Perde troppo spesso gli attaccanti giallorossi, la mancata chiusura su Florenzi pesa in maniera decisiva sulla sua prestazione e sul risultato finale.

Glik 6: Come sempre il migliore del pacchetto arretrato, prende bene le misure su Totti e va vicinissimo alla rete del clamoroso vantaggio.

Moretti 5,5: Prestazione condizionata dall’ammonizione nei primi minuti, soffre tantissimo l’asse Gervinho-Maicon.

Maksimovic 5,5: Dalle sue parti la Roma affonda molto poco ma quando arriva Pjanic per lui sono dolori.

Kurtic 5,5: Corre con tanta generosità ma pochissima qualità, soprattutto nel primo tempo.

Vives 6,5: Sicuramente il migliore della mediana granata. Lotta e sporca tantissimo palloni, nella ripresa è sua l’ottima sventagliata per la rete di Immobile.

El Kaddouri 5,5: Nel primo tempo fatica e non poco a trovare la giusta posizione in campo, un tantino meglio nella ripresa quando decide di dare una mano in fase difensiva.

Darmian 5,5: Ci mette tantissimo impegno ma alla fine deve capitolare su un mostro sacro come Maicon che nel finale lo salta sistematicamente.

Cerci 5,5: Non è proprio il momento migliore della sua stagione. Meno spregiudicato del solito, trova sulla sua strada un roccioso Castan.

Immobile 7: Alzi la mano chi avrebbe scommesso su di lui capocannoniere ad inizio stagione. Segna probabilmente uno dei gol più belli della sua giovane carriera con un sinistro al volo che per scelta di tempo, movimento senza palla e conclusione rappresenta tutto il meglio che offre la casa.

 

SHARE