SHARE

galliani

La vittoria in casa della Fiorentina era quello che ci voleva per il Milan, in un periodo decisamente difficile. Il club già lavora sulla prossima stagione pianificando le strategie future. Tra le cose da fare c’è anche l’ingaggio di un nuovo direttore sportivo che possa prendere il posto del dimissionario Ariedo Braida, da anni a guida dell’area tecnica della società rossonera con la supervisione del plenipotenziario Adriano Galliani, e dimissionario qualche mese fa.

LE PISTE ITALIANE… – I nomi sondati dal Milan sono essenzialmente tre: a Sean Luca Sogliano, sondato dall’inizio del campionato ma che ha fatto sapere di star bene al Verona dove intende portare avanti un progetto importante, sono stati affiancati anche Riccardo Bigon del Napoli ed Andrea Berta dell’Atletico Madrid. Bigon è da più di quattro anni l’uomo mercato della società di De Laurentiis e con il presidente azzurro c’è grande sinergia, inoltre un legame contrattuale importante lega il dirigente figlio dell’ex milanista Alberto alla squadra partenopea.

…E L’ALTERNATIVA “STRANIERA” – Berta invece potrebbe portare numerose novità. Italiano e referente tecnico dei Colchoneros, recenti avversari del Milan in Champions League e che hanno eliminato senza troppi patemi la compagine allenata da Clarence Seedorf, Berta dieci anni fa era ds del Carpenedolo ed è stato protagonista di una vertiginosa ascesa in carriera. E’ stato anche al Parma nell’anno della promozione dei ducali in Serie A prima dell’arrivo in Emilia di Pietro Leonardi, e circa due settimane fa pare che lo stesso Galliani gli abbia proposto la carica di direttore sportivo del Milan. Il contratto con l’Atletico Madrid fino al 2018 però è un ostacolo al momento abbastanza complicato da superare.

SHARE