SHARE

ranocchia

Pareggio a reti bianche nel posticipo della 30/a giornata tra Inter-Udinese. Dopo un primo tempo in cui regna perenne la noia, la ripresa si accende con i nerazzurri che in diverse occasioni vanno vicini al gol del vantaggio. I padroni di casa però trovano sulla loro strada un grandissimo Scuffet, autore di almeno due parate decisive, prima su Hernanes ma soprattutto su una conclusione a botta sicura di Cambiasso. Merito del pareggio va anche a tutta la squadra friulana, autrice di una prova di grande corsa e sacrificio.

Andamento lento – Il primo quarto d’ora di sfida scivola via senza una vera conclusione in porta. Le due compagini, messe in campo dai propri allenatori in maniera quasi speculare, cercano spesso di allargare il gioco sulle corsie esterne, prontamente chiuse da entrambe le difese. Nella fase centrale di tempo l’Inter prova ad alzare la pressione con un giro palla però troppo lento e prevedibile, tant’è vero che è l’Udinese a rendersi pericolosa in almeno due occasioni con delle rapide ripartenze targate Muriel anche se nessuna di questa porterà alla conclusione né del colombiano né di un compagno di squadra.

Le prime conclusioni – Al 38’ arriva la prima conclusione da parte dei padroni di casa, punizione violenta ma troppo alta da parte del solito Guarin. Dopo soli 2 minuti arriva la risposta dei friulani, conclusione secca e improvvisa da parte di Bruno Fernandes con Handanovic che, non proprio in bello stile, riesce a rifugiarsi in corner.

Ci prova l’Inter – Dopo 10 minuti della ripresa sulla falsa riga del primo tempo, Mazzarri decide di cambiare: fuori Guarin e dentro Ricky Alvarez. E’ un altro argentino però a rendersi pericoloso al 55’, buona conclusione da fuori area di Pereyra bloccata a terra da Handanovic. Risponde subito l’Inter con una punizione dalla lunghissima distanza di Hernanes carica di effetto che però termina fuori alla destra di Scuffet. Dopo l’ingresso di Alvarez l’Inter prova, e riesce, a dare continuità alla sua azione offensiva, al 65’ bella trama dei nerazzurri finalizzata dalla conclusione potente di Hernanes sulla quale si esalta Scuffet che salva in corner. Al 70’ ancora un’occasione per i padroni di casa, questa volta è Icardi che servito da un tiro-cross di Nagatomo non riesce a trovare la porta da pochi passi.

Scuffet dice no – Al 87’ doppia occasione clamorosa per l’Inter, prima Scuffet è bravissimo a respingere una conclusione a botta sicura di Cambiasso poi è Domizzi a superarsi respingendo in rovesciata sulla linea il colpo di testa di D’Ambrosio. Al 90’ episodio dubbio in area friulana, Heurtaux devia con il braccio un cross di Palacio, la distanza è ravvicinata ma il movimento del difensore francese desta qualche perplessità. La partita si prolungherà oltre al 95′ ma l’Inter, nonostante lo sforzo profuso nel finale, non riesce a trovare la via del gol. Finisce così a San Siro, pareggio a reti bianche tra Inter-Udinese.

SHARE