SHARE

espanyol-barcellonasfida

Tutto pronto per la stracittadina di Barcellona in programma oggi pomeriggio Espanyol-Barcellona, sfida valida per la 31° giornata della Liga BBVA. Nella gara di andata la squadra del “Tata” Martino riuscì a strappare i 3 punti con un perentorio 1-0 al Camp Nou, con la rete di Alexis Sanchez ispirato da Neymar. Blaugrana alla ricerca dei punti giusti per acciuffare l’Atletico Madrid che attualmente occupa la prima posizione in campionato a quota 73. L’Espanyol, reduce dalla vittoria di Malaga per 2-1, si trova a metà classifica, lontano dalla zona Europa però sicuro di non rientrare nella lotta retrocessione, difficile quindi parlare di motivazioni per gli uomini di Javier Aguirre che possano andare aldilà del valore stesso del derby catalano, in cui comunque la seconda squadra catalana cercherà di dare qualche grattacapo ai più illustri cugini. Sarà assente il portiere Victor Valdes a causa di un brutto infortunio (rottura legamento crociato), al suo posto ci sarà Pinto.

TABELLINO ESPANYOL-BARCELLONA

Espanyol (4-4-2): Casilla; J.Lopez, Colotto, Moreno, Fuentes; Stuani, D.Lopez, Sanchez, Pizzi; García, Simao.

Allenatore: Javier Aguirre

Barcellona (4-3-3): Valdes; Dani Alves, Mascherano, Pique, Jordi Alba; Fabregas, Busquets, Xavi; Pedro, Messi, Neymar.
Allenatore: Gerardo “Tata” Martino

GOL: Messi 76′

AMMONITI: Stuani, Colotto, Busquets, J.Lopez, Sanchez, J.Alba

ESPULSI: Casilla

ARBITRO: Carlos Clos Gomez.

CRONACA Partita viva sin da subito, il Barcellona attacca ma anche l’Espanyol non si risparmia mantenendo un baricentro alto con molta densità a metà campo. Al 9′ Messi può già punire i cugini, ma la sua conclusione di esterno sinistro è debole. Al 16′ assolo di Messi, penetrazione a sinistra dell’argentino che dopo lo scarico di Jordi Alba scarica un destro deviato, su controcross lo stesso numero 10 manda alto di pochissimo. Due minuti più tardi Barcellona vicinissimo al vantaggio: palla geniale di Xavi che lancia Alves nello spazio, il brasiliano crossa teso e l’accorrente Neymar spara altissimo a Casilla battuto. Gli uomini del Tata Martino ballano però dietro, pallone pregiato di Sergio Garcia su capovolgimento di fronte, Pizzi però non è abbastanza cattivo sotto porta. Al 39′ nuova azione gol del Barcellona, palla in profondità calibrata per Neymar, il brasiliano però spreca ancora, sembra non essere giornata per il talento sudamericano. Prima frazione che si conclude a rete inviolate, partita però viva e molto combattuta. Il Barcellona paga una certa mancanza di precisione sotto porta, l’Espanyol si è saputo chiudere bene e ha messo qualche brivido ai blaugrana sul finale del primo tempo in occasione di qualche palla inattiva.

Medesimi 22 che rientrano in campo all’inizio della seconda frazione. Barcellona che continua a “fare la gara” ma non riesce a sfondare il fortino biancoblu. Cambi per l’Espanyol, fuori Pizzi e Moreno e dentro Sidnei e Fernandez. Barcellona ben pressato che prova a ripartire in contropiede con i vari Alves e Neymar. Al 71′ occasionissima per Messi, grande trinagolo tra lui e Fabregas, l’argentino è però murato bene al momento del tiro, retroguardia dell’Espanyol che si salva. Due minuti più tardi altro squillo del Barca. Su calcio d’angolo tagliato spizzata di Busquets e Piquè che si avventa sul pallone, la sua deviazione di piatto si infrange sulla traversa. Al 75′ svolta del match: J.Lopez nel tentativo di fermare l’attacco di Neymar tocca la palla con la mano destra in piena area, Clos Gomez indica il dischetto. Messi non perdona dagli undici metri. 23° centro in campionato per la “Pulce” e 8° firma negli ultimi 4 match. Aguirre corre ai ripari, fuori Simao, ex della partita, e dentro Cordoba, Martino invece inserisce Iniesta e Sanchez al posto rispettivamente di Pedro e Neymar. All’83’ altro provvedimento di Clos Gomez, Casilla compie un’uscita avventata su Messi lanciato in porta, l’argentino prova il pallonetto, fermato dall’estremo difensore avversario con le mani fuori l’area. Espulsione diretta per lui. Aguirre non ha più cambi e in porta va J.Lopez. All’88’ grande azione blaugrana che parte da Messi, passa per Alves e si conclude con la sponda di Fabregas, Sanchez non arriva però  a indirizzare in porta. Ultimo cambio per Martino, esce Fabregas per Sergi Roberto. In pieno recupero palla-gol per Sanchez che lanciato a rete prova lo “scavino”, J.Lopez però devia bene in angolo.

Derby che termina di lì a poco, Barcellona a cui è mancata precisione per buona parte del match, una volta in vantaggio ha legittimato la sua superiorità. Buona gara per dell’Espanyol, gli uomini di Aguirre hanno reso il compito difficile al Barca, il rigore ha però inciso nettamente ai fini del punteggio. Per Messi 23° gol in campionato, murato tutta la partita dalla retroguardia biancoblu, non ha perdonato dal dischetto.

 

 

SHARE