SHARE
La scritta che ha accolto David Moyes oggi pomeriggio ad Old Trafford (Getty)
La scritta che ha accolto  David Moyes oggi pomeriggio ad Old Trafford (Getty)
La scritta che ha accolto David Moyes oggi pomeriggio ad Old Trafford (Getty)

David Moyes e il Manchester United tornano a respirare una boccata d’ossigeno quanto mai necessaria. Nel giorno in cui a sorvolare Old Trafford all’ingresso in campo delle squadre c’è un aereo accompagnato dalla scritta “David Moyes the wrong one” (“quello sbagliato”), i Red Devils battono l’Aston Villa per 4-1 trascinati da Rooney e provano a rilanciare le proprie ambizioni europee.

CI PENSA WAYNE– Il pomeriggio di Old Trafford, come detto, era cominciato nel peggiore dei modi per il manager scozzese e il suo esonero è sembrato avvicinarsi a passi da gigante dopo appena tredici minuti quando Westwood con un calcio di punizione esemplare ha battuto De Gea per il vantaggio dell’Aston Villa. La reazione dello United, però, non si è fatta attendere e si è concretizzata in un perfetto cross da sinistra di Kagawa che Rooney, incredibilmente solo nell’area Claret & Blue, ha schiacciato in rete di testa per il pareggio. Allo scadere del primo tempo, poi, il Manchester United si porta in vantaggio su calcio di rigore fischiato per un’entrata di Bacuna su Mata, proprio mentre lo spagnolo si accingeva a stoppare una palla illuminante di Kagawa. Dal dischetto Rooney non perdona e batte in maniera impeccabile Guzan.

PRIMA GIOIA MATA– Nella ripresa l’Aston Villa si riversa in avanti a caccia del pareggio e lo sfiora in due circostanze con Benteke. Il belga è sciagurato al 50’ quando, pescato ottimamente da Westwood, stoppa alla grande in area ma liscia clamorosamente il tiro. Quattro minuti dopo è invece straordinario nel saltare in testa a Vidic è impattare perfettamente un bel cross di Albrighton ma il pallone finisce alto di pochissimo. Proprio nel momento migliore dei Villans, però, lo United chiude i conti al 57’. È il primo gol con la maglia del Manchester United di Juan Mata a fulminare Guzan con un bel destro dopo un batti e ribatti in area scatenato da un’azione insistita di Fellaini. Al 71’ Rooney prova a portarsi a casa il pallone ma la sua tripletta viene negata da Guzan, bravo a respingere il destro ravvicinato dell’ex Everton. Il 4-1 però arriva al 91’ con il neo-entrato Hernandez che insacca in estirada una gran palla di Januzaj.

 

SHARE