SHARE

Paulinho

Monday night con sorpresa finale all’Armando Picchi tra Livorno-Inter. Dopo un avvio equilibrato,  i nerazzurri nel finale di tempo trovano un uno-due micidiale con Hernanes, alla prima rete con la maglia dell’Inter, e Palacio. Nella ripresa gli ospiti rallentano la pressione e il Livorno prima accorcia le distanza con Paulinho e poi a pochi minuti dal 90’ trova l’incredibile 2-2 con Emeghara. Nonostante i meriti degli amaranto, sul risultato finale pesa moltissimo un erroraccio di Guarin che con uno sciagurato retropassaggio apre la strada alla rete del pareggio.

Partenza alla pari – L’approccio alla partita di entrambe le squadre è discretamente propositivo, l’Inter, come fa spesso, cerca di allargare il gioco sugli fasce laterali. Il Livorno dal canto suo si difende in maniera compatta pur non disdegnando delle rapide ripartenze. La prima conclusione pericolosa del match è sui piedi di Jonathan che calcia di prima dopo una buona iniziativa per vie centrali di Hernanes, palla di poco a lato. La risposta degli amaranto arriva con la solita punizione di Emerson che, da posizione defilata, costringe  Handanovic alla smanacciata. Alla mezzora gli ospiti vanno vicini al vantaggio con colpo di testa di D’Ambrosio servito ottimamente da un ispirato Hernanes, Bardi legge bene l’azione e sventa in uscita.

La prima del Profeta, l’ennesima di Palacio – Al 37’ l’Inter sblocca il risultato, sponda al centro di Palacio per Icardi, l’argentino liscia il pallone favorendo l’inserimento di Hernanes che di prima intenzione apre il destro sotto la traversa. Prima rete in maglia nerazzura per Il Profeta, quarta rete stagionale per lui. Pochi secondi prima della fine del primo tempo l’Inter trova subito il raddoppio, cross dalla destra d Jonathan verso il secondo palo, Palacio schiaccia al  volo sul palo lungo alla sinistra di un incolpevole Bardi.

Paulinho la riapre – Al 53’ il Livorno accorcia le distanza con Paulinho, angolo di Greco che serve l’attaccante brasiliano fuori dai blocchi, conclusione perfetta di prima intenzione che colpisce la traversa e s’insacca inesorabilmente. Dopo la rete degli amaranto cambia completamente l’andamento del match, complice l’ingresso del velocissimo Emeghara, i padroni di casa si rendono pericolosi con delle fulminee ripartenze. Dopo un fase centrale di tempo in leggero calo, l’Inter sfiora il gol nella stessa azione prima con Icardi e poi con il neoentrato Guarin che, dopo aver saltato Bardi, colpisce l’esterno della rete da posizione defilata.

Emeghara la impatta – Al 84’ il Livorno completa la rimonta e trova la rete del 2-2, incredibile ingenuità di Guarin che con uno sciagurato retropassaggio lancia Emeghara in campo aperto, l’attaccante svizzero supera Samuel in allungo e di piatto batte Handanovic. Nel finale l’Inter prova riversarsi in avanti per trovare la via del terzo gol ma non c’è più tempo, con un’incredibile e inaspettata rimonta il Livorno (ringrazia Guarin), e trova un punto importantissimo per la corsa salvezza.

SHARE