SHARE

liv

Nel 32/o turno di Premier cambia la capolista. Il Chelsea, prima di questo turno sola in vetta, cade incredibilmente nel derby contro il Crystal Palace, al Selhurst Park, grazie alla sfortunata autorete di capitan John Terry. Mourinho, nel dopogara, dichiara di non credere più nella possibilità, per il Cheslea, di vincere il titolo. “Dipendiamo troppo dai risultati delle altre squadre” dice il portoghese che, ringraziando i propri difensori, Ivanovic, Cahill, Terry e Azpilicueta, e sottolineandone la loro professionalità punta il dito verso altri giocatori, a suo dire “fantastci in alcune partitie e che spariscono in altre”; Hazard e Schurrle su tutti sembrano essere i diretti interessati circa le ire del manager dei Blues.

Della sconfitta del Chelsea ne approfitta il Liverpool che, Domenica, stende il Tottenham per 4-0 e si porta momentaneamente da solo in vetta. Gara spianata, per i Reds, già dopo due minuti quando il difensore degli Spurs Kaoboul insacca la propria porta con un tocco goffo, su un cross dalla destra di Glen Johnson. Del solito Suarez, meraviglioso come sempre e giunto alla 29esima rete in Premier, di Coutinho e di Henderson le altre marcature per la squadra di Rodgers. Liverpool che, per vincere la Premier, dovrà fare i conti con il Manchester City di Pellegrini. Citizens che Sabato, nel big match di giornata contro l’Arsenal, vanno in vantaggio con David Silva ma si fanno agguntare nella ripresa da Flamini; nel secondo tempo i Gunners tirano fuori il cuore e, sebbene non creino tante palle- goal, obbligano il City a rintanarsi nella propria metà campo: l’1-1 finale sembra così un risultato pù che giusto. Il City, in virtù di questo pareggio, si trova a -4 dal Liverpool capolista, dovendo però ancora recuperare due partite.

In coda il Fulham, sconfitto Domenica da un Everton che vede sempre più da vicino la qualificazione alla prossima Europa League, sembra oramai spacciato nonostante sia a soli cinque punti dalla zona salvezza. Non va meglio al Sunderland, che perdendo il Monday Night in casa contro il West Ham rimane a -4 dal quart’ultimo posto; i Black Cats hanno ancora due gare da recuperare, anche se una di queste sarà contro il City all’Etihad. Nutre per più speranze di salvezza il Cardiff di Solskyaer, soprattutto per la grinta dimostrata nella partita pareggiata Sabato contro il WBA; sotto 3-2 dopo la rete dei Baggies al 94′,  il Cardiff ha la forza per ributtarsi in avanti e trovare la rete del pareggio al 95′ con il classe ’95 Daehli. Del successo del Crystal Palace già si è detto; da segnalare solo  che, con questa vittoria, gli Eagles si portano a +5 sulla terz’ultima, allontanandosi così dalla zona calda.

RISULTATI

Manchester United- Aston Villa 4-1: 13′ Westwood (A); 20′, 45′ rig. Rooney (M); 58′ Mata (M); 91′ Hernandez (M).

Crystal Palace- Chelsea 1-0: 52′ aut. Terry.

Southampton- Newcastle 4-0: 45+1, 89′  Rodriguez; 49′ Lambert; 71′ Lallana.

Stoke- Hull City 1-0: 62′ Odemwingie.

Swansea- Norwich 3-0: 30′, 38′ de Guzman; 76′ Routledge.

WBA- Cardiff City 3-3: 2′ Amalfitano (W); 9′ Dorrans (W); 30′ Mutch (C); 74′ Caulker (C); 94′ Bifouma (W); 95′ Daehli

Arsenal- Manchester City 1-1: 18′ Silva (M); 53′ Flamini (A).

Fulham- Everton 1-3: 50′ aut. Stockdale (E); 71′ Dejagah (F); 79′ Mirallas (E); 87′ Naismith (E).

Liverpool- Tottenham 4-0: 2′ aut. Kaboul; 25′ Suarez; 55′ Coutinho; 75′ Henderson.

Sunderland- West Ham 1-2: 9′ Carroll (W); 50′ Diame (W); 65′ Johnson (S).

CLASSIFICA

Liverpool 71; Chelsea 69;  Manchester City 67**; Arsenal 64; Everton 60*; Tottenham 56; Manchester United 54; Southampton 48; Newcastle 46; Stoke 40; West Ham 37; Aston Villa 34*; Hull City 33; Swansea 33; Norwich 32; Crystal Palace 31*; West Bromwich 29*; Cardiff 26; Sunderland 25**; Fulham 24.

*una partita in meno; **due partite in meno.

SHARE