SHARE

Juventus vs Napoli - Serie A Tim 2013/2014

Unica squadra italiana rimasta in corsa nelle competizioni europee, la Juventus di Antonio Conte ha il dovere morale di proseguire il suo cammino europeo dopo l’eliminazione della Fiorentina, fra gli avversari più ostici dell’intero torneo. Sulla sua strada Tevez e compagni trovano il Lione: i francesi non sono la squadra temibile di qualche anno fa, anzi, ma hanno una buona intelaiatura di giovani e un progetto interessante. Nella gara d’andata, che si giocherà a Lione, Conte potrà puntare su un Tevez ancora a caccia della prima marcatura europea stagionale (digiuno che dura da quattro anni) e riposato dopo aver saltato per squalifica la debacle del San Paolo.

LA CABALA Per chi crede nei corsi e ricorsi storici che dominano l’universo del calcio abbiamo un dato interessante che può far sorridere i tifosi bianconeri: nei 10 precedenti contro squadre francesi nelle coppe europee la Juventus non solo ha sempre vinto, ma è anche sempre arrivata in finale. Nell’ultima Champions League vinta dai bianconeri la squadra di Lippi in semifinale eliminò il Nantes mentre due stagioni dopo, sempre in semifinale, toccò al Monaco soccombere sotto i colpi dei torinesi: la Juve arrivò ancora in finale, stavolta persa con un gol di Pedrag Mijatovic negli ultimi minuti. Anche nell’84/85, prima della tristemente famosa (e tristemente ricordata a domeniche alterne sui campi della nostra Serie A) finale dell’Heysel, i bianconeri di Platini e Boniek eliminarono in semifinale il Bourdeaux. Oltre a Nantes, Monaco e Bourdeaux la Juventus ha battuto in gare ad eliminazione diretta lo Stade Francais, il Marsiglia e per ben 3 volte il PSG.

Se nel calcio niente può esser dato per scontato e i pronostici sono nati per essere sovvertiti (e per far perdere il malaugurato scommettitore di turno) il trend è chiaro: in casa bianconera le squadre francesi, così come i calciatori transalpini, da Trezeguet a Platini passando per Zidane e Thuram fino al più recente Pogba, sembrano essere dei buffi talismani portafortuna. Ai ragazzi terribili del Lione la possibilità di battere il gigante Golia e sovvertire il pronostico dimostrando che, in fondo, i numeri e record non sono fatti per altro che per essere infranti: non sarà facile aver la meglio su questa Juventus ferita, ma sicuramente i giocatori bianconeri e il loro condottiero Antonio Conte non si aspettano un’accoglienza morbida al di là delle Alpi.

SHARE