SHARE

roma parma totti

La Roma per andare a -8 dalla Juventus e per provare a riaprire il campionato, il Parma per mantenere a distanza le altre inseguitrici dalla zona Europa League: allo stadio Olimpico di Roma va in scena il recupero della gara della 22/a giornata, interrotta il 2 febbraio scorso a causa del diluvio che colpì la capitale. Nella Roma Rudi Garcia fa giocare sia Destro che Totti dal primo minuto, lasciando Florenzi in panchina. In difesa Torosidis sostituisce Romangoli a sinistra e a centrocampo Taddei  va in sostituzione a Nainggolan,squalificato nella 22° giornata. Nel Parma Donadoni sostituisce gli infortunati Paletta e Cassano con Molinaro, spostato al centro con Gobbi a sinistra, e Schelotto.

La Roma parte fortissima, ma la prima occasione pericolosa ce l’ha il Parma: al 9’ Schelotto da buonissima posizione colpisce di testa incredibilmente sopra la traversa. Un minuto dopo ci prova Maicon, ma il suo tiro scalda solo i guantoni a Mirante. Al 12’ vantaggio della Roma: contropiede giostrato da Gervinho e Totti, palla a Destro che in posizione regolare tira sul palo. La palla finisce addosso a Gervinho che da zero metri non può sbagliare. Un minuto dopo l’ivoriano trova il raddoppio, ma il gol è annullato per fuorigioco. Il Parma non si scompone e al 15’ pareggia: Gobbi serve Acquah che, in mezzo a quattro uomini, la stoppa di petto e colpisce al volo di destro lasciando impietrito De Sanctis. Al 16’, però, la Roma torna in vantaggio: Pjanic serve Totti che, solo in area, la scaraventa all’angolino di destro. Il Parma inizia a stringersi di più e non lascia molto spazio alle ripartenze giallorosse. I ducali trovano inoltre due buone occasioni con Amauri e Parolo, senza però sfruttarle. Al 41’ la Roma torna pericolosa: Maicon serve al centro Destro che di testa centra in pieno la traversa. Dopo 1’ di recupero, termina il primo tempo sul punteggio di 2-1.

Il secondo tempo riparte senza sostituzioni. Al 48’ arriva il tris della Roma: contropiede di Gervinho con un tiro che viene frenato da due difensori. Da dietro arriva Pjanic che sulla ribattuta la butta dentro per il 3-1. Il miglior modo per festeggiare il suo compleanno. La Roma si abbassa e cerca di tenere il risultato,anche facendo entrare al 57’ Florenzi per Destro. La partita si addormenta, con la Roma che non punge in attacco ma si limita a difendere. Al 70’ primo cambio del Parma, con Munari che rileva Acquah. Al 75’ secondo cambio per la Roma, con Totti che viene sostituito da Bastos. Standing ovation per il capitano, oggi giunto a 234 gol in serie A. All’83 il poker della Roma: su calcio d’angolo, Taddei svetta di testa e batte Mirante. Corsa sotto la sud per il centrocampista brasiliano, che non segnava da due anni e mezzo. Un minuto dopo doppia sostituzione per il Parma: Mauri e Palladino sostituiscono Parolo e Schelotto. Cambio anche per la Roma, con Ljajic che fa rifiatare Gervinho. All’89 c’è il secondo gol del Parma: Biabiany col destro piazzato dal limite dell’area la mette dove De Sanctis non può arrivare. Dopo 3′ di recupero, finisce la partita.

La Roma batte per 4-2 in Parma e va a -8 dalla Juve, riaprendo forse il campionato. Inoltre con 7 giornate d’anticipo si qualifica matematicamente in Champions League. Il Parma resta a 47 punti e dovrà ancora faticare per poter raggiungere l’Europa.

Roma-Parma 4-2: 12’ Gervinho, 15’ Acquah, 16’ Totti, 48’ Pjanic, 83’ Taddei, 89’ Biabiany

Roma (4-3-3): De Sanctis, Maicon, Benatia, Castan, Torosidis, Taddei, Pjanic, De Rossi, Destro (57’ Florenzi),Totti (75’ Bastos), Gervinho (84’ Ljajic).

Parma (4-3-3): Mirante, Cassani, Lucarelli, Molinaro, Gobbi, Marchionni, Parolo (84’ Mauri), Acquah (70’ Munari), Biabiany, Amauri, Schelotto ( 84’ Palladino).

Ammoniti: Mauri

 

SHARE