SHARE

cuadradocanovi

Ormai c’è davvero tanto interesse nei confronti di Juan Guillermo Cuadrado, pezzo pregiato della Fiorentina di Montella. In giornata si espresso a tal proposito anche l’agente FIFA Dario Canovi intervenuto a Radio Blu “Non so quale sia la volontà del giocatore, ma è chiaro che se si presenta una big come il Bayern Monaco è dura dirgli di no. Purtroppo il calcio italiano è abbastanza in crisi in questo momento e si è quasi costretti ad accettare determinate offerte, poi con la bravura dei dirigenti si può sopperire ad una cessione di un big con alcuni acquisti meno costosi ma altrettanto redditizzi. E la Fiorentina con Pradè e Macia ha già dimostrato in questi anni di saperlo fare molto bene”.

SITUAZIONE CUADRADO La Fiorentina detiene metà del cartellino del giocatore, l’altra è nelle mani di Pozzo, tra le due squadre ci sono continui contatti, come già qualche tempo fa aveva ribadito anche il DS dei friulani, i viola vantano il diritto di prelazione sul giocatore, non è infatti possibile vendere la propria metà di cartellino senza il benestare dell’altra parte in causa, difficilmente, se non inverosimilmente, si andrà alle buste; l’Udinese ha infatti voglia di vendere e la Fiorentina di fare suo tutto il giocatore, la distanza tra domanda e offerta è minima e non è detto che possa rientrare nell’affare qualche altro prospetto, sia viola che bianconero.

FUTURO CUADRADO Una volta riscattata la seconda metà del cartellino la Fiorentina deciderà il da farsi, la vetrina del Mondiale potrebbe infatti sovvertire l’ordine delle cose, Della Valle sarebbe già d’accordo con il giocatore e il suo entourage per un altro anno di permanenza in riva all’Arno con cospicuo rinnovo del contratto, cosa questa che farebbe lievitare il costo del cartellino. Cuadrado potrebbe partire solo davanti ad una maxi offerta in denaro cash, cosa questa che taglia fuori le compagini nostrane, Juventus in primis che vorrebbe inserire delle contropartite nell’affare, all’estero ci sono infatti molti club interessati a lui, Bayern e inglesi su tutte, “aiutate” dall’inibizione del Barcellona che sembrava essere sul giocatore. La cifra da sborsare sarebbe poi  molto elevata, i Della Valle dovranno infatti remunerare a fronte di un investimento di circa 20 mln di € fatto in due anni, per questo difficilmente la valutazione del giocatore potrebbe ruotare al di sotto dei 30 mln di €.

SHARE