SHARE

Ancora un pareggio, ancora 2-2, ancora senza vittoria l’Inter. A distanza di soli 5 giorni da quello di Livorno, i nerazzurri non riescono ad avere la meglio del Bologna che per due volte riesce a riprendere i padroni di casa. All’Inter non basta un super Icardi autore di una splendida doppietta, Pazienza nel primo tempo e Kone nella ripresa riprendono i nerazzurri costringendoli al 14/esimo pareggio stagionale. Nel finale i nerazzurri ottengono anche il tanto atteso calcio di rigore ma Milito si fa respingere la conclusione da Curci.

Subito Icardi – Inizio in discesa per l’Inter che dopo 5 minuti trovano subito la rete del vantaggio. Cross dalla sinistra di Nagatomo e ottimo anticipo al centro di Maurio Icardi che di sinistro al volo batte Curci trovando così la quinta rete stagionale. Dopo un primo quarto d’ora di assoluto monologo nerazzurro, segni di vita da parti del Bologna che per un attimo riesce ad uscire dalla pressione dei padroni di casa con un colpo di testa di Mantovani di poco a lato. Dopo 28 minuti l’Inter è costretta al primo cambio, distorsione al ginocchio per Juan Jesus che lascia il campo in favore di Samuel.

Ospiti con Pazienza – Dopo una prima mezzora in netta difficoltà il Bologna trova a sorpresa il pareggio. Gran numero di Garics sulla destra che si beve Nagatomo e serve il taglio di Christodoulopoulos, dopo l’intervento di Handanovic la palla termina dalle parti di Pazienza che di prima intenzione calcia in rete e riesce a battere il portiere sloveno. L’Inter prova subito a trovare la rete del nuovo vantaggio ma, diversamente da quanto accaduto nella prima mezzora, i felsinei non rinunciano a ripartire sfruttando spesso la corsia laterale di destra.

Super Maurito – Dopo pochi minuti dall’inizio della ripresa Mazzarri si gioca la carta Kovacic inserendolo al posto di D’Ambrosio e adattando Alvarez esterno a sinistra. Al 62’ l’Inter ritrova nuovamente il vantaggio con la prima doppietta in nerazzurro di Mauro Icardi. Dopo aver ricevuto palla in prossimità del vertice sinistro dell’area di rigore, l’argentino fa esplodere un interno destro pazzesco che sbatte sull’incrocio dei pali e si deposita in rete.

Pazza Inter – Passano solo 10 minuti e il Bologna riesce nuovamente a impattare il risultato, dopo un cross di Morleo dalla sinistra mezzo pasticcio difensivo di Cambiasso e Rolando che lasciano la palla a Kone che in scivolata punisce nuovamente Handanovic. All’83’ dopo 33 giornate l’Inter torna a ricevere un calcio di rigore a favore, Mantovani trattiene Palacio impedendogli di concludere a due passi dalla porta. Dal dischetto il neoentrato Milito si fa ipnotizzare da Curci che a mano aperta riesce a respingere la conclusione dell’argentino. Nei minuti di recupero l’Inter si riserva davanti per trovare la via del gol ma rischia clamorosamente con un contropiede finalizzato da Acquafresca su cui Handanovic si esalta in un super doppio intervento.

SHARE