SHARE

keita lazio

LAZIO

Berisha 6: Indeciso in un paio di uscite, tutto sommato non rischia mai più di tanto come suo solito

Konko 6: Attento in fase difensiva e sempre presente in appoggio durante la manovra di attacco. Partita diligente.

Cana 6,5: Leader difensivo, qualche fallo di troppo ma non lascia mai spazio agli attaccanti avversari.

Biava 6: Più impreciso del suo compagno di reparto, riesce comunque ad arginare gli attacchi doriani.

Radu 6,5: Fronteggiare Gabbiadini non è facile ma lui, talvolta con le buone, altre con le cattive, riesce quasi sempre a limitare i danni.

Biglia5: Nel primo tempo è bravo in marcatura su Eder e a gestire i (pochi) palloni con cui la Lazio prova ad offendere. Nella ripresa, disastroso: distratto, impreciso, avventato, giustamente espulso.

Onazi 6: Partita ordinata, mai sopra le righe ma neanche troppi errori. Gioca in contenimento e allarga il pallone ai pericolosi esterni d’attacco

Lulic 7: Forse talvolta troppo impulsivo nel dare la caccia al pallone, ma è un moto perpetuo sia in attacco che in difesa. Il gol incornicia una prestazione superba.

Candreva 6.5: Ha difficoltà nel trovare la giusta collocazione in campo, ma è un punto di riferimento indispensabile per i suoi compagni. Sempre elegante nel controllo palla, è freddo sotto porta in occasione del vantaggio biancoceleste.

Keita 7: Non segna ma è il migliore dei suoi. Dopo una prima fase in cui viene ben controllato dagli avversari, diventa praticamente imprendibile. Unica macchia, il giallo per simulazione.

Postiga 5: Ben ingabbiato dai difensori blucerchiati, è macchinoso nel controllo e lento nei movimenti. Visibilmente ancora fuori condizione.

(Mauri 6.5, Minala s.v., Perea s.v.)

SAMPDORIA

Da Costa 6: Incolpevole sui gol subiti, compie buone parate e dà sicurezza al reparto.

De Silvestri 6: Controlla Keita fin quando rientra nelle sue mansioni, potrebbe spingere di più ma è più timido del solito.

Mustafi 5,5: Bravo negli anticipi, un pò meno in marcatura. Potrebbe scalare più velocemente in entrambe le occasioni dei gol

Regini 6: Alla fine del primo tempo Keita lo fa ballare, ma salva in un paio di occasioni su avversari involati verso la porta. Prova ad avanzare in percussione più di una volta, ma le sue falcate non hanno gli stessi effetti di quando gioca terzino.

Berardi 5: Sembra spaesato, appena viene puntato va in crisi. C’è da dire che è poco aiutato dal compagno di fascia, ma le scorribande di Keita arrivano dal suo lato ed ha ampi demeriti sul cedimento del fronte sinistro.

Kristicic 5,5: Discreto in copertura, completamente assente in fase di costruzione del gioco, affidato in tutto e per tutto a Palombo.

Palombo 6,5: L’ultimo a mollare, è l’artefice degli schemi su punizione che mandano in crisi i difensori laziali. Ha sulle sue spalle la responsabilità del palleggio ma i compagni non riescono ad appoggiarlo a dovere.

Soriano 5: Dopo le ultime prestazioni ci si aspetta molto di più dal giovane italo-tedesco, ma è impacciato durante il possesso palla ed indolente in fase di copertura. Una pausa si può anche contemplare, ma stavolta è tra i peggiori in campo.

Eder 5,5: Ha sui piedi occasioni importanti, ma spesso è troppo egoista e preferisce il dribbling ad un comodo passaggio.

Gabbiadini 6: Si fa in 4 come al solito in difesa ed è tra i più pericolosi in attacco. Il suo infortunio taglia le gambe ai compagni, i blucerchiati devono sperare in un suo rapido recupero.

Maxi Lopez 5: Protegge bene numerosi palloni, ma i suoi appoggi sono spesso sbagliati. Deve essere più decisivo in area di rigore per concretizzare le manovre dei compagni.

(Okaka 5.5, Renan 6, Sansone 6)

SHARE