SHARE

acerbi2_MGZOOM

E’ successo tutto molto in fretta. Sono stati però mesi molto intensi, per Francesco Acerbi, ma dopo riprese e ricadute ora può guardare con serenità al futuro.  Il calciatore del Sassuolo ha combattuto contro un tumore al testicolo, una malattia che era tornata ad aggredirlo l’8 dicembre dell’anno scorso, proprio quando tutto sembrava essersi risolto. Così Acerbi ha dovuto nuovamente abbandonare i campi da calcio e concentrarsi su una partita ben più importante. Una lotta al cancro che in questo inizio di 2014 ha dato i suoi frutti, trovando anche l’energia di allenarsi con la squadra tra una chemio e l’altra.

Ieri il difensore ex Milan e Chievo ha ricevuto il premio “Angeli dello Sport” in Campidoglio, a Roma. Senza capelli per via della chemioterapia, il 26enne è apparso comunque felice e con un sorriso convinto. “E’ stato un periodo difficile per me” ha detto a margine dell’incontro: “Con molto sofferenza, ma prima o poi tutto passa, l’importante è tenere sempre il sorriso. La malattia mi ha reso più riflessivo, più maturo rispetto a prima, ma per il resto non mi ha cambiato”. 

Adesso però per Acerbi è il momento tornare il campo, con il Sassuolo, la società che non lo ha abbandonato. Lui stesso programma il suo rientro, ritornando finalmente a parlare di calcio: “Se tutto va bene dovrei tornare a giocare per fine aprile. In mia assenza la squadra non ha passato un buon momento, ma dobbiamo tenere presente la prestazione di Bergamo: è così che dobbiamo giocare. Abbiamo giocatori da metà classifica e non ci spetta la posizione di adesso. Pensiamo a fare più punti possibili in queste restanti partite“.  E speriamo che in campo ci sia anche Francesco Acerbi.