SHARE

destro

Quattro le giornate di squalifica per l’attaccante della Roma Mattia Destro a causa della manata rifilata al difensore cagliaritano Astori: da quando è stata emessa la sentenza si sono versati litri e litri di inchiostro virtuale, in molti hanno parlato di una presunta non applicabilità del regolamento ad un episodio riportato nel referto arbitrale. Molto chiaro a questo proposito Baldissoni, direttore generale giallorosso, che ha parlato di situazione “al di fuori dei presupposti per la prova tv“.

ARTICOLO 35 E’ stata fatta moltissima confusione attorno all’articolo 35 del codice di giustizia sportiva, molti hanno parlato di episodi che se rientrati nel referto arbitrale non possono essere giudicati in quanto già esaminati, anche se erroneamente, dall’arbitro. La definizione è tuttavia erronea se si va a leggere il suddetto articolo, che potete trovare sul sito ufficiale della FIGC:

2.2. In caso di condotta violenta di particolare gravità, non rilevata in tutto o in parte dagli ufficiali di gara o dai soggetti di cui al precedente punto 2.1., gli Organi della giustizia sportiva possono utilizzare ai fini della decisione immagini televisive segnalate o depositate con le modalità previste dai precedenti punti 1.3. e 1.4.

Non rilevata in tutto o in parte, questo il fulcro del discorso che probabilmente causerà il rigetto del ricorso da parte della Roma.