SHARE

pellegrino

“Pellegrino al Catania!”. Pellegrino al Catania? No dai è uno scherzo”. “Si, Mauricio Pellegrino al Catania!”, “Ma nooo, è Maurizio Pellegrino, traduci bene!”.

La notizia è stata annunciata nella notte di domenica. Che paura per i tifosi, i calciatori e gli appassionati dell’Estudiantes! Un vero colpo per quelli del Pincha, alla notizia apparsa su internet. Allenatore cambiato, senza preavviso, senza dire niente, senza motivazioni. Da un momento all’altro l’allenatore Mauricio Pellegrino aveva lasciato l’Estudiantes e aveva firmato per il Catania. La notizia è rimbalzata dalla Spagna, dove avevano dato Mauricio Pellegrino, ex Valencia, come nuovo allenatore del Catania, dopo il licenziamento di Rolando Maran. Uno shock per tutto l’ambiente, un terremoto a La Plata. Già si organizzavano le proteste quando è stato trovato l’errore, un piccolo microscopico errore dagli effetti giganteschi però. Il nuovo allenatore del Catania tutto argentino sarà Maurizio Pellegrino e non Mauricio Pellegrino. Maurizio con la zeta, 48 anni, nato a Siracusa, con un passato nella Viterbese, proprio a Catania e poi Paternò, Lanciano, Padova, Martina, Sudtirol, Lecco e Cassino. Ma è stato solo un errore di battitura, di trascrizione o di distrazione. Ma ormai la notizia era stata lanciata e Pellegrino, Mauricio, quello argentino, poteva anche essere linciato.