SHARE

leicester-city-fc-

A dieci anni esatti dalla discesa in seconda divisione, il Leicester City è, da Sabato scorso, la prima squadra ad aver raggiunto la promozione nella prossima Premier League. Il Leicester, imbattuto da 21 partite e vittorioso nell’anticipo di Venerdì contro lo Sheffield Wednesday, per essere sicuro della promozione con sei giornate d’anticipo ha dovuto aspettare i risultati del Sabato: le sconfitte del QPR contro il Bournemouth e del Derby County a Middlesbrough, insperate alla vigilia, hanno permesso agli uomini di Pearson di festeggiare con anticipo la risalita nella massima serie del calcio inglese.

THE ICE KINGS L’ultima apparizione dei Foxies nella massima serie del calcio inglese risaliva al Maggio 2004: sconfitta per 2-1 ad Highbury per mano dell’Arsenal degli Invincibles, mai sconfitto in quella stagione di Premier League; proprio quella sconfitta sancì la retrocessione del City in un inferno durato ben dieci anni. Dieci anni in cui  il Leicester ha cambiato ben diciassette manager e, nel 2008, ha dovuto anche subire l’onta della prima retrocessione in First Division in 124 anni di storia. Ben lontani erano i tempi in cui i Foxies venivano soprannominati “the Ice Kings”, i Re dei Ghiacci, nomignolo affibbiato loro nella stagione 1962- 63 a causa della straordinaria capacità di giocare e far punti su terreni innevati e poco adatti al gioco del pallone; e ben lontani erano i ricordi dei successi in Coppa di Lega, alzata per ben tre volte, nel 1964, nel 1997 e nel 2000.

DAL BARATRO ALLE STELLE Eppure non tutto il male vien per nuocere. Nel 2008- 09, stagione della militanza in terza serie, la squadra viene affidata a Nigel Pearson, l’uomo che riporterà i Foxies nel calcio dei grandi. Al primo tentativo il Leicester vince la First Division e viene promosso in Championship; nella stagione successiva ariva anche la possibilità di giocarsi la promozione in Premiere ai play- off, dopo l’ottimo quinto posto in campionato. Il Cardiff spezza però i sogni di gloria dei Foxies che, tra l’altro, perdono anche Pearson, che si accasa con l’Hull City dopo una brusca separazione con la società. Il Leicester prova ad affidare la guida della squadra a due uomini che hanno masticato il calcio che conta ma, prima Paulo Sousa e poi Sven- Goran Eriksson falliscono nell’impresa e, nel Novembre 2011, Pearson viene richiamato sulla panchina delle Volpi. Dopo un buon nono posto e una tranquilla salvezza nel 2011- 12, nella stagione seguente, la scorsa, il Leicester centra nuovamente l’obiettivo play- off; la squadra di Pearson perde però il doppio confronto con il Watford di Zola e, un’altra volta, la Premier non viene raggiunta.
Il resto è cronaca di questa stagione: la promozione raggiunta lo scorso Venerdì e la volontà, da parte dei Foxies, di arrivare primi a fine anno, con l’obiettivo di alzare per l’ottava volta nella loro storia il trofeo della vincitrice della Championship.
Arrivederci a fine Agosto, Leicester: dopo dieci anni di inferno goditi la tua risalita in paradiso.