SHARE

Tanti gol ed emozioni a Wembley per la seconda semifinale di FA Cup. A spuntarla è l’Hull City che dopo aver raggiunto per la prima volta nella storia la Premier League nel 2008, nello stesso stadio si regalano un’altra prima volta. I Tigers accedono alla finale battendo lo Sheffield United per 5-3 e affronteranno l’Arsenal vittorioso ieri.

La squadra di League One non si lascia abbattere dalle due categorie di differenza e mette in difficoltà l’Hull City passando per due volte in vantaggio. Dopo 20 minuti Baxter porta in vantaggio i suoi anticipando tutti sul cross di Brayford, ma al 42′ Sagbo pareggia: Livermore sfonda sulla destra e mette in mezzo, l’attaccante in spaccata batte Howard. I Blades, spavaldi e poco rinunciatari, trovano subito la via del gol e si riportano in vantaggio con Scougall ma il merito è tutto di Murphy che sulla sinistra si libera di due avversari e mette in mezzo per il trequartista. Sembra il preludio ad un secondo tempo scoppiettante ma l’Hull City in sei minuti, tra il 49′ e il 54′, scava il solco e si porta in avanti. Fryatt in mischia sugli sviluppi di un calcio d’angolo trova il pareggio, Huddlestone il 3-2. Doppio scambio e il centrocampista buca centralmente la difesa dello Sheffield.

L’uno-due si fa sentire sulle gambe dei Blades che sembrano gettare la spugna al 67′. Quinn, appena entrato, segna il 4-2 su assist di Livermore. Ma c’è ancora spazio per Murphy che accorcia temporaneamente le distanze e per Mayler che in pieno recupero chiude i conti con il 5-3 finale.

Grande prestazione dello Sheffield United che ha onorato Wembley e i tanti tifosi arrivati allo stadio, storico traguardo per l’Hull City che dopo aver centrato la salvezza si regala l’emozione di una finale, in programma il 17 maggio contro l’Arsenal