SHARE

real madrid-bayerncronaca

Tutto pronto per la supersfida di semifinale di Champions League del Santiago Bernabeu Real Madrid-Bayern Monaco. Al “Bernabeu” sarà quindi spettacolo “milionario” tra le due compagini, entrambe iperfavorite per la vittoria finale, Real Madrid-Bayern Monaco rappresenta infatti la “finale dei sogni” che in tanti avevano prospettato prima di conoscere i verdetti dell’urna di Nyon. La “decima” rappresenta per  le merengues più di un tabù da sfatare, mentre per i tedeschi sarà l’ennesima occasione per riaffacciarsi sul tetto d’Europa. Guardiola ritorna in Spagna davanti i suoi acerrimi rivali di mille sfide, quel Real a cui più di una volta ha giocato qualche scherzetto con il suo Barcellona.

TABELLINO REAL MADRID-BAYERN MONACO

Real Madrid (4-3-3): Casillas; Carvajal, Pepe, Ramos, Coentrão; Alonso, Modric, Di María, Isco, Benzema, Ronaldo. All. Ancelotti.

Bayern Monaco (4-2-3-1): Neuer; Rafinha, Dante, Boateng, Alaba; Kroos, Lahm; Robben, Schweinsteiger, Ribéry; Mandzukić. All. Guardiola

Ammoniti: Isco

Espulsi:

Gol: Benzema 19′

Arbitro: Howard Webb

CRONACA Inizio partita all’insegna del “Tiki-Taken” del Bayern Monaco, uomini di Guardiola che giocano alti e cercano di mettere pressione ai “blancos”. Al 13′ Robben mette paura al Real! Grande giocata dell’olandese che dal limite dell’area gira in porta, la conclusione finisce poco fuori alla destra di Casillas. Al 18′ cambia tutto! Grande palla in verticale di CR7 per Coentrao, palla nel mezzo per l’accorrente Benzema che appoggia in porta, Neuer non può nulla. Partita letteralmente esplosa adesso, con gli uomini di Guardiola che cercano il pareggio e le merengues che ripartono in contropiede. Al 26′ azione simile a quella che ha portato il vantaggio per i madridisti, questa volta però Ronaldo, da finalizzatore, non inquadra lo specchio della porta. Tedeschi che non ci stanno e che provano a mettere alle corde il Real costringendolo nella sua metà campo. Al 38′ su azione insistita dei campioni di Germani Robben va al tiro piazzato in piena area ma viene murato da Xabi Alonso, un intervento questo che vale come un gol. Al 41′ cosa si mangia Di Maria! Ottimo cross dalla sinistra di Isco, palla che sfila sul secondo palo dove c’è solo l’argentino che ha il tempo di stoppare e da due metri sparare inporta, la conclusione è però altissima. Bayern che rischia grosso quando il Real spinge in attacco. Primo tempo dai ritmi molto elevati, Bayern che detiene il possesso palla e il pallino del match, Real cinico però che quando sale fa male eccome.

Seconda frazione che comincia con i medesimi 22 che avevano lasciato il campo alla fine dei primi 45 minuti. Al 47′ subito brivido per il Bayern, sbaglio in copertura per Alaba che lascia libero CR7, il portoghese spara bene in porta, Neuer risponde presente. Tedeschi che aumentano i giri del motore, il Real però si chiude bene e non offre palle gol nitide agli uomini di Guardiola. Al 58′ ci prova Kroos su sviluppi di calcio da fermo, il suo tiro di collo pieno finisce però altissimo. Al 62′ bella penetrazione di Robben, l’olandese si accentra ma la sua conclusione viene smorzata dalla difesa madridista e Casillas blocca sicuro. Al 66′ primo cambio per i bavaresi, fuori un opaco Rafinha e dentro Javi Martinez. Due minuti più tardi ci prova ancora il pallone d’oro portoghese, il suo tiro è teso ma centrale, Neuer devia facilmente in corner. Girandola di cambi: Pepe, infortunato, si siede per terra, al suo posto entra Varane, mentre Bale si avvicenda con CR7; Guardiola invece inserisce Mario Gotze per Ribery e Muller per Schweinsteiger. Partita che vive di fiammate, Guardiola ha provato a dare una svolta al match con i cambi ma la difesa del Real sembra impenetrabile. All’81’ Muller fa paura al Bernabeu, grande tiro dal limite il suo sporcato dal neo entrato Varane. Ultimo cambio per le merengues, fuori Isco e dentro Illaramendi. All’84’ dormita totale della retroguardia del Madrid, in mezzo all’area raccoglie Gotze che spara in porta, Casillas devia sicuro in angolo. Finale concitato di partita, il Bayern prova a riaprire il match senza però scomporsi troppo, il Real si affida a Bale e Di Maria nelle ripartenze. Al 92′ momento topico della gara: grande sponda di Mandzukic, Muller prova a lanciarsi sulla palla ma viene anticipato da un super Xabi Alonso. Partita che finisce 1-0 per gli uomini di Ancelotti; battaglia vera in campo con la difesa dei blancos in grandissimo spolvero, Bayern che non ha saputo mettere a frutto il grande possesso palla.

SHARE