SHARE

berlusconi-galliani

Vigilia movimentata quella vissuta dal Milan, infatti nella giornata che anticipa la gara con la Roma continua a tenere banco il caso cessione del club. Le ipotesi messe sul tavolo dall’edizione odierna della Gazzetta dello Sport parlano chiaro. Il magnate di Singapore Peter Lim sarebbe pronto a offrire 500 milioni di euro per ottenere una quota di maggioranza del pacchetto azionario del club rossonero. Il tycoon tornerebbe alla carica dopo una sua precedente offerta da 300 milioni di euro, rifiutata per bocca di Barbara Berlusconi, per il 50% delle azioni di via Aldo Rossi. Come è noto Silvio Berlusconi non sarebbe però intenzionato a lasciare la presidenza del club, per questo Lim avrebbe anche manifestato l’intenzione di lasciare allo storico presidente la poltrona a lui tanto cara e soprattutto ad Adriano Galliani quella di amministratore delegato della società. Le offerte provenienti dall’Estremo Oriente però non finiscono qui. Il miliardario cinese Zong Quinghou (il secondo uomo più ricco di Cina), dopo aver tentato l’acquisto del Liverpool, è pronto a scatenare un’offensiva sul Milan. Questa seconda ipotesi cinese appare però più fantasiosa rispetto a quella di Peter Lim, il quale è in contatto con i vertici rossoneri già da tempo. E in particolare ha già avuto una chiacchierata preliminare con Adriano Galliani in occasione di Milan-Chievo, alla presenza del potentissimo agente Jorge Mendes. Ovviamente in giornata è arrivata la smentita di Fininvest in merito a qualunque ipotesi di cessione del club, e a fare eco al comunicato sono arrivate anche le parole di Lady B, via Milan Channel, che si dice all’oscuro di ogni trattativa con Zong Quinghou, non negando però i contatti con Peter Lim. Contatti che ci sono da tempo e continueranno ad esserci.

Intanto sono due le novità che Clarence Seedorf starebbe meditando in vista della complicata trasferta di Roma; Andrea Poli dovrebbe tornare titolare nel tridente di trequartisti con Kakà e Taarabt alle spalle dell’unica punta (Balotelli), mentre Sulley Muntari sarà riproposto dal primo minuto come diga davanti alla difesa, in sostituzione dello squalificato De Jong, in coppia con capitan Montolivo. Rientra sulla destra Ignazio Abate che sarà l’anti-Gervinho, mentre come terzino sinistro è ballottaggio Bonera-Constant per una maglia da titolare. Ancora fuori quindi Mattia De Sciglio, il quale in un’intervista di qualche giorno fa a SkySport, interrogato sul suo futuro, si è detto possibilista su un suo eventuale addio al Milan in sede di calciomercato. Dichiarazioni che hanno scosso il mondo rossonero ma che sono sintomo di un malessere che il giovane terzino sta vivendo, derivante dallo scarso utilizzo che Seedorf ne sta facendo dal giorno del suo arrivo a Milanello. Malessere che potrebbe sfociare in estate nella cessione del giocatore al Real Madrid per una cifra pari a 18 milioni di euro, guarda caso la stessa cifra di cui ha bisogno Adriano Galliani per i riscatti di Poli, Taarabt e Rami.  Dopo aver trattenuto El Shaarawy la scorsa estate, rifiutando l’offerta milionaria dell’Anzhi, il sacrificato di Casa Milan per la prossima estate potrebbe essere proprio De Sciglio.

 

SHARE