SHARE

diego-milito

L’arrivo a Milano di Victor Blanco, presidente del Racing, chiarisce definitivamente il futuro di Diego Milito. Il Principe, ormai lontano dai fasti di mourinhiana memoria, a fine stagione saluterà l’Inter e l’Italia e da svincolato tornerà nella squadra che lo ha lanciato nel calcio.

La sua intenzione è sempre stata quella di chiudere la carriera nel Racing e l’incontro con il presidente pone le basi per il suo ritorno. L’offerta del club argentino è di un biennale da circa 3 milioni di dollari premi compresi, con un’opzione per il terzo anno se Diego dovesse sentirsi bene e voler continuare a giocare. In caso contro ci sarà, pronto ad attenderlo, un ruolo nello staff dirigenziale.

Buona parte del contratto è coperto dagli sponsor del club che spingono per questa operazione. Ma Blanco vuole regalare ai suoi tifosi una squadra di prim’ordine per il prossimo campionato e così ha contattato anche Walter Samuel anche lui in lista di sbarco dall’Inter e Nicolas Burdisso

Anche gli attuali giocatori del Racing sono entusiasti dell’arrivo di un protagonista fondamentale del Triplete nerazzurro e le parole del giovanissimo centrocampista del Rodrigo De Paul ne sono la provaMilito? Magari venisse, conosce il club ed è tifoso del Racing. Noi lo aspettiamo a braccia aperte”.

Secondo quanto riferito da Olè, i nerazzurri starebbero pensando di acquistare l’erede del Principe proprio dal Racing.  Si tratta di Luciano Vietto, talento classe ’94 già nel giro delle nazionali giovanili argentini. Tecnico, duttile e con un grande fiuto del gol: in passato Vietto è stato accostato a diversi club italiani, tra cui Juventus e Napoli, che hanno provato ad acquistarlo senza fortuna.

SHARE