SHARE

benitez

Rafa Benitez, allenatore del Napoli, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del big-match con l’Inter. Ecco le sue dichiarazioni:

INTER-NAPOLI: “Partita molto importante, per ipotecare il terzo posto. Non penso alla finale. Partita importante anche per l’Inter, che vuole centrare l’Europa. Ci sono tanti giornalisti che devono scrivere e parlano ancora della mia esperienza all’Inter. Non ho avuto nessun problema a Milano, abbiamo vinto due titoli: non potevo fare di più. Il Napoli sta facendo un campionato molto buono, cambiando tante cose. Possiamo farlo meglio se vinciamo contro l’Inter e la Fiorentina. Questa partita dev’essere una partita di motivazione per giocare la finale. Il messaggio è questo, loro lo sanno. Il Napoli non è mio e non è di Mazzarri: è di tutti. Mazzarri ha fatto benissimo qua per quattro anni, ogni anno ha avuto un miglioramento e lui l’ha fatto bene. Noi sappiamo che abbiamo margini di miglioramento e questa è la cosa importante per un allenatore. L’Inter è una società importantissima a livello internazionale, avendo giocatori di massimo livello”.

CARATTERE “La questione è capire il gioco ed avere la qualità sufficiente per vincere. Abbiamo perso giocatori di livello per vari infortuni, come Zuniga. Sicuramente sarà un rinforzo per il prossimo anno”

FIORENTINA: “Non ci saranno esclusioni in vista della finale di Coppa Italia: ora la partita più importante è quella con l’Inter”.

MERCATO“Con Bigon e il Presidente lavoriamo sul mercato come abbiamo fatto a gennaio. Bisogna migliorare la rosa, cercando di portare pezzi da novanta”.

HENRIQUE-CALLEJON“Si sono allenati bene, nessun problema per loro”

INSIGNE“Insigne è un giocatore giovane, sta crescendo e imparando e lavora tantissimo in allenamento per migliorare sempre di più”

SHARE