SHARE

Mazzarani

Dopo lo 0-0 nell’anticipo delle 15 tra Pescara e Novara, al Braglia di Modena si affrontano i gialloblu di Novellino, e la Ternana guidata da Attilio Tesser. I rosso verdi, che navigano in acque piuttosto tranquille, possono vantare un margine di 4 punti sul Novara diciottesimo, e vanno a caccia degli ultimi punti utili a completare la missione salvezza. I padroni di casa, sono invece in piena corsa Play-off, e si affidano alla coppia gol Babacar-Granoche per scardinare la difesa umbra.

LA PARTITA – Avvio subito a mille, al Braglia, con una Ternana sin da subito pericolosa dalle parti di Pinsoglio, con Maiello che spreca. Prima mezz’ora dai ritmi altissimi, con il Modena ad allentare la pressione forsennata degli ospiti. Intorno al quarto d’ora, cominciano a carburare Babacar e Granoche, che si rendono pericolosi: prima con l’attaccante uruguayano che incorna di testa, su cross di Rizzo, mettendo di poco a lato, e poi col giovane senegalese, che di testa mette alto. Risposta immediata degli ospiti con Nolè che in pochi minuti, crea e spreca due occasioni, sparando a lato. Nel finale è ancora Granoche di testa a rendersi pericoloso, senza però impensierire seriamente Brignoli. Termina così 0-0 un primo tempo, che ha regalato parecchie occasioni da ambo le parti nella prima mezz’ora, evidenziando un leggero predominio dei padroni di casa. La ripresa, parte sulla falsa riga della prima frazione, con il Modena a farsi per primo in avanti, con Rizzo che tenta un improbabile destro a giro. Al 55’ prima grande occasione della ripresa, targata Antenucci, che di testa, da pochi passi, costringe al grande intervento il numero uno modenese. Intorno all’ora di gioco, sale il baricentro dei padroni di casa, che falliscono una grande occasione con Granoche che a porta spalancata viene ostacolato da Babacar. Al 68’ arriva il gol del vantaggio gialloblu, con Granoche, che servito ancora una volta da Rizzo, piazza la zampata vincente a battere Brignoli. Immediato il pareggio degli ospiti in virtù della rasoiata vincente di Miglietta. Il finale è incandescente, e vede prima il vantaggio umbro con Antenucci su penalty procurato da Litteri e poi dopo poco più di un giro d’orologio, il pareggio del Modena con Bianchi che in mischia risolve con la zampata vincente. Dopo l’espulsione di Novellino, e cinque minuti di recupero, gli ospiti tornano avanti, con Alfageme che complice la deviazione di Gozzi, batte Pinsoglio, salvo essere raggiunti al minuto 97′ da Mazzarani che su punizione disegna una parabola che si spegne all’incrocio, facendo esplodere il Braglia.

SHARE