SHARE

tevez

Il 2-1 subito ieri a Lisbona dalla Juventus si è rivelato assolutamente tragico per il calcio italiano, in netto declino ormai da anni e pronto ad un nuovo sorpasso da un campionato da sempre giudicato minore rispetto alla Serie A, esattamente come quando nel 2010 fu la Bundesliga tedesca a sopravanzarci nel ranking UEFA togliendoci il quarto posto Champions. E mentre la Germania è oggi una bella realtà del pallone, con stadi modernissimi, squadre competitive e pubblico tra i migliori del mondo, l’Italia deve cercare di tenere botta al Portogallo.

NUMERI IMPIETOSI – Benfica-Juventus difatti non è stato solo un match valevole per l’andata delle semifinali di Europa League ma un vero e proprio scontro diretto nel ranking UEFA per il quarto posto, e con il 2-1 delle Aquile inflitto a Tevez e compagni la situazione del nostro calcio si è decisamente complicata. Dobbiamo sperare che al ritorno i bianconeri riescano ad eliminare i rossi portoghesi, visto che il Portogallo, che si attesta al momento a 61.799 punti nel ranking UEFA, scarterà al termine della stagione altri 5.428 punti , contro i 4.973 dell’Italia, ferma a 66.772.

UNA SOLA POSSIBILITA’ – Se infatti la Juve dovesse accedere alla finale di Europa League, guadagnerebbe i 3/6 dei punti a disposizione, pari a 50 centesimi, quanto basta per tenere dietro il Portogallo e mantenere l’Italia quarta nel ranking UEFA seppur di pochissimo. Se invece dovesse essere il Benfica a vincere la manifestazione, con la finale prevista tra l’altro allo Juventus Stadium, si tratterebbe di una vera e propria beffa nei confronti del calcio di casa nostra, con i portoghesi a trionfare sul suolo italiano.

ranking uefa aprile 2014

Foto – uefa.com

SHARE