domenica, Gennaio 23, 2022

Latest Posts

@MdC Stefano Borghi: “Atletico Madrid, apice di ciclo straordinario”

atletico madrid2

Immaginate di trovarvi in un bel pub inglese, ordinate una bella pinta di birra da sorseggiare per voi e per chi vi sta accanto: Stefano Borghi, il più grande telecronista italiano in circolazione, la voce di tanti derby argentini, di tante partite di Championship e da qualche mese di Fox Sports.

Questa splendida iniziativa di MDC permette ai nostri utenti, attraverso i contatti Facebook e Twitter del nostro sito o tramite commenti agli articoli, di intervistare a tutti gli effetti Stefano Borghi. Voi proponete la domanda, siete voi i giornalisti.

Ecco l’ultima sessione Q&A:

La Premier League è quasi al termine. Credi che il City possa vincere le prossime 3 gare o il Liverpool ha ancora qualche speranza di conquistare il titolo?

Questa stagione di Premier ci ha insegnato che nulla è fatto se non viene sancito. Aspetterei a dare per certo il titolo al City, glielo abbiamo già dato, l’ha perso e ora è resuscitato. Per il Liverpool è stata una botta la sconfitta con il Chelsea, anche per la crudeltà “straordinaria” che ha visto Gerrard artefice di fatto del gol dei Blues. La squadra più forte a livello di organico è il City, però finchè non sarà matematicamente certo del titolo è ancora tutto aperto. Certo sarà strano vedere il City poter vincere nuovamente un titolo per la maggior differenza reti.

Cosa ne pensi di questo straordinario Atletico Madrid? Può essere l’inizio di un ciclo vincente per i Colchoneros dopo la conquista della finale di Champions League e il sempre più vicino titolo in Liga?

Si può parlare di ciclo, ma quello che non vede la gente è che questo è il culmine di un ciclo. L’Atletico Madrid negli ultimi anni ha vinto due Supercoppe, una coppa del Re e due Europa League,  quest’anno dovrebbe vincere senza problemi la Liga giocherà la finale di Champions League in un derby infuocato. Non è una sorpresa estemporanea, per il futuro ci saranno grossi cambiamenti perché Diego Costa verrà ceduto, bisogna vedere anche la situazione Koke, di Tiago in scadenza di contratto, di David Villa e il discorso legato a Courtois. Sul futuro vedremo, sul presente e sul passato l’Atletico resterà nella storia per aver creato un ciclo straordinario.

Diego Simeone potrebbe essere l’uomo adatto per il Manchester United?

Sarà un’estate di riflessione per Diego Simeone. Ha fatto più del massimo in queste stagioni, ci saranno tanti cambi di panchina e bisogna vedere cosa frullerà nella testa del Cholo. Per lo United potrebbe essere la piazza ideale per dare una scossa ma le dinamiche della società credo sia diverse rispetto a quelle gestite dall’argentino all’Atletico Madrid. .La dirigenza metterà a disposizione un grosso portafoglio al manager e pretenderà dei risultati immediati, e inoltre non credo che l’Inghilterra sia il contesto più morbido per Simeone, dato il passato. Ma a conti fatti non mi sembra l’opzione più diretta.

A proposito delle questioni fatturato/risultati che spesso Benitez/Conte/Mazzarri/ tirano in ballo, non credi che gli esempi di Atletico Madrid e Borussia Dortumund di questi ultimi anni siano chiari esempi che con programmazione, competenza, buoni giocatori e pazienza si possa fare tanto bene? Non sarebbe il caso di stigmatizzare certi discorsi?

Credo che sarebbe assolutamente il caso di andare con le proprie visioni al di sotto della superficie. Quello che ci propone la superficie è totalmente diverso rispetto alla sostanza delle cose. Bisogna imparare a vedere nel bene e nel male più approfonditamente cosa c’è nelle varie realtà del calcio

Credi che questa Argentina al Mondiale possa arrivare fino in fondo, nonostante evidenti problemi in difesa?

Ha evidenti problemi in difesa ma per le scelte fatte. Credo possa arrivare fino in fondo, è forte ed affamata. E’ vero che la difesa porta più interrogativi rispetto al centrocampo e all’attacco però Sabella è un maestro d’equilibrio e ha fatto una bella campagna di qualificazione e se vuole puntare su questi uomini saprà il perché. Ma comunque attenti a sottovalutare quelli che ci sono, ad esempio Garay difensore di caratura mondiale. Anche se Gonzalo Rodriguez, Musacchio e Fazio sono meritevoli di convocazione e faccio fatica a capire perché non ci siano.

Consiglieresti ad una squadra italiana di prendere in prestito Lamela?

Lo riprenderei assolutamente. Ritengo che Lamela sia un giocatore di grandissimo valore e in questo momento storico sarebbe un valore aggiunto nel calcio italiano. Ha avuto una stagione disastrosa influenzata dalla gestione confusionaria di Villas Boas. Credo e spero che il Tottenham non voglia cedere Lamela, ma nel caso ci fosse questa possibilità prenderei Lamela ad occhi chiusi

Come valuti le critiche a Guardiola dopo l’eliminazione dalla Champions League?

 Il processo di Guardiola al Bayern Monaco non poteva essere immediato. Anzi i risultati sono stati buonissimi. Ha ucciso un campionato di alto livello, ha vinto la Supercoppa, è in finale di Coppa di Germania e ha vinto il campionato per club. Rischia di arrivare  a quattro trofei conquistati su sei giocati. Ineccepibile. Però bisogna vedere se è il tipo di uomo giusto in quel contesto e se la sua filosofia può essere applicata totalmente ma soprattutto se verrà sempre accettata. L’anno scorso è stato evidenziato il modello tedesco, quest’anno è tornato di moda lo spagnolo, io non mi allineo a chi dice che sia finito.

Latest Posts

Don't Miss