SHARE

eibar

In Spagna si fa festa per la promozione in Liga dell‘Eibar, piccola società basca che ha sorpreso tutti compiendo il grande salto nel massimo campionato nonostante un budget di soli 400mila euro. L’Eibar ha tagliato lo strepitoso traguardo vincendo ieri sera il match che lo vedeva contrapposto all’Alaves in trasferta, conquistando così la promozione  con due turni di anticipo ed il diritto di giocare nella Liga per la prima volta dal 1940 ad oggi.

NUOVA IMPRESA ALL’ORIZZONTE – Adesso però la dirigenza degli Armeros rossoblu deve far fronte a delle problematiche di tipo economico, che impongono un bilancio minimo di due milioni di euro per poter giocare nella Liga. Si spera nell’aiuto degli sponsor che probabilmente accorreranno sfruttando la risonanza mediatica generata dall’impresa dell’Eibar, e pare che anche i tifosi possano mobilitarsi per fornire un aiuto concreto.

GLI ARTEFICI DEL MIRACOLO EIBAR – I giocatori più rappresentativi dell’Eibar sono il 22enne trequartista Jota, miglior marcatore della squadra con 9 gol totali, seguono poi gli attaccanti Mikel Arruabarrena (31) ed Urko Vera (27) con 7 e 5 reti rispettivamente. Si sono ben distinti anche il terzino sinistro Yuri Berchice (24) ed il portiere Xabi Irureta (28). L’allenatore è Gaizka Garitano,ex centrocampista della squadra fra il 2001 e il 2005. Nei due anni della gestione Garitano, l’Eibar ha ottenuto una doppia promozione, passando insomma dalla Serie C alla Serie A.

SHARE