SHARE

cuadradocanovi

Tutto sul pezzo pregiato del mercato italiano, dopo la cessione di Immobile al Borussia da parte dell’accoppiata piemontese Torino-Juventus, sarà la vicenda Cuadrado a tenere banco in questa calda estate di calciomercato intervallata dal Mondiale sudamericano. Juan Guillermo Cuadrado segue da lontano l’affaire di mercato che si creato intorno a lui e al suo cartellino, in prima fila nella trincea del mercato ci sono Fiorentina e Udinese, dirette interessate con il cartellino a metà, dietro di loro, più staccate, un folto gruppo di big europee e nostrane che non hanno nemmeno tanto “chiosato” il loro interesse per l’esterno colombiano.

GIARETTA SU CUADRADO Come già lo stesso DS della squadra di Pozzo aveva rivelato qualche mese fa, le due parti si parleranno per trovare un accordo che possa risultare proficuo per entrambe, Giaretta oggi ha ribadito Una cessione congiunta di Cuadrado con la Fiorentina? Non credo. Stiamo lavorando con la Fiorentina per trovare una soluzione. Il nostro obiettivo è cercare un accordo con i viola”. Dichiarazioni che non possono che far piacere a tutti i tifosi gigliati che vedono crescere le probabilità di vedere, per un altro anno, il gioiello ex Lecce con la maglia viola.

CUADRADO AMMORTIZZATO Il prezzo è stato fatto, l’operazione dovrebbe aggirarsi intorno ai 12-14 mln €, non è detto che la Fiorentina non riesca ad inserire alcune contropartite gradite all’Udinese, negli ultimi giorni si sta parlando di Salifu. Fondamentale sembra essere la volontà dei Della Valle di “ammortizzare” Cuadrado, il prestito per il primo anno e la prima metà sono costate infatti alla società viola un totale di 7 mln €, nel caso di riscatto della seconda metà si parlerebbe di un investimento di quasi 20 mln € che, a fronte di una cessione immediata, a meno di offerte folli superiori ai 40 mln (nel caso di Mondiale da protagonista), non riuscirebbe a garantire un giusto ricavo per la società gigliata. Il rinnovo, sottoscritto dal giocatore l’inverno scorso, lascia intendere la permanenza dello stesso per un altro anno in riva all’Arno, cosa che consentirebbe ala società viola di mettere tutto a bilancio, ammortizzando il costo del cartellino, per poi liberarsi del pacchetto e fare plusvalenza l’anno prossimo, con conseguente beneficio nel calciomercato annata 2015/16.

SHARE