SHARE

Hoeness

L’ex presidente del Bayern Monaco, Uli Hoeness, è entrato ieri nella prigione di Landsberg per scontare la sua condanna a tre anni e mezzo per evasione fiscale. L’ex dirigente 62enne, è stato condannato dalla giustizia nel marzo scorso dopo che proprio Hoeness aveva presentato una “autodenuncia” ammettendo di aver occultato capitali. Il procuratore Achim von Engel aveva chiesto cinque anni e mezzo per il mancato versamento di tasse per 27,2 milioni di euro. La difesa si era rimessa alla clemenza della corte ricordando che il numero uno del Bayern si era costituito spontaneamente a gennaio ammettendo le sue responsabilità, ma il giudice Rupert Heindl ha usato ugualmente la mano pesante. Secondo, il pm, la confessione di Hoeness è arrivata solo perché il suo stato di evasore e l’entità della somma negata al fisco sarebbero stati sul punto di essere completamente svelati dalle indagini.

SHARE