SHARE

inzaghi

Filippo Inzaghi è il nuovo allenatore del Milan per la stagione 2014/2015. Ecco il comunicato apparso sul sito ufficiale della società rossonera:

AC Milan comunica di avere esonerato l’allenatore Clarence Seedorf e di avere affidato la Prima Squadra, fino al 30 Giugno 2016, a Filippo Inzaghi.

Mancava solo l’annuncio ed è arrivato quest’oggi al termine di una lunga trattativa con l’allenatore uscente Clarence Seedorf. Alla base i due anni di contratto ancora in essere e la volontà di trovare un accordo di massima per evitare un esborso di 5 milioni di euro (2,5 all’anno). Lo stesso Inzaghi, accompagnato da Tinti, era stato nella sede rossonera e con Galliani aveva parlato di programmi, su tutti lo staff che lo affiancherà in questa nuova avventura in panchina, oltre che di Primavera in un vero e proprio passaggio di consegne, con la panchina che verrà affidata a Brocchi.

A quasi 2 anni dal suo ritiro dall’attività agonistica Filippo Inzaghi diventa così allenatore dei rossoneri. Partito con gli Allievi Nazionali nel marzo 2013 ha vinto la Scopigno Cup/Trofeo Città di Rieti, battendo in finale lo Zenit per 3-2, e poi ha raggiunto la Final Eight del campionato di categoria, dove è stato eliminato in semifinale dall’Empoli ai rigori. Il 7 giugno 2013 ha prolungato in contratto con il Milan di 2 anni ed è diventato allenatore della squadra Primavera. Il 17 febbraio 2014 ha conquistato il Torneo di Viareggio battendo l’Anderlecht per 3 a 1. Già due volte era ad un passo dalla panchina della prima squadra. A maggio era in lizza per sostituire Massimiliano Allegri che poi venne confermato, mentre a gennaio con l’esonero del toscano era stato vicinissimo a sostituirlo prima dell’avvento di Seedorf. Scartata l’ipotesi Unay Emery, che ha rinnovato con il Siviglia, Galliani ha puntato forte su Superpippo una soluzione low cost per le casse del Milan: è già a libro paga fino al 2016, con uno stipendio che andrà adeguato ma che non arriverà ai 2,5 milioni netti annui percepiti da Seedorf.

SHARE