SHARE

edyreja

Edy Reja non sarà l’allenatore della Lazio nella prossima stagione.

La conferma è arrivata poco fa dalle parole del tecnico goriziano: “Quando ci siamo salutati a fine campionato, il Presidente mi aveva rinnovato la fiducia proponendomi di continuare il rapporto; gli ho detto che avevo la sensazione fosse chiuso il mio ciclo, era giusto cambiare. E’ giusto che la Lazio cambi allenatore per dare nuovi stimoli, nuovo entusiasmo. Non può continuare questa situazione ambientale critica, non va bene: serve trovare il sistema giusto per far tornare l’entusiasmo. La società sta operando in maniera giusta. Ringrazio Tare ed il Presidente Lotito, che anche ieri mi hanno chiesto di rimanere. Ho avuto successi e difficoltà qua, le critiche ci sono state ma è giusto che ci siano. Non abbiamo centrato l’obiettivo primario, che era l’Europa: se l’avessimo centrato le mie posizioni sarebbero state diverse, senza Europa mi è arrivata una mazzata. Bastava vincere col Torino ed eravamo in Europa: ci sarebbero stati altri scenari, un altro mercato… Non che la società non sia intenzionata ad operare sul mercato, lo abbiamo visto. Col Presidente siamo stati sempre in contatto per vedere cosa fare sul piano operativo, ho messo la mia esperienza a disposizione. Sappiamo quali sono gli obiettivi sul mercato, dove mettere le mani: il Presidente Lotito vuole fare benissimo sul mercato, per togliere lo scetticismo intorno alla squadra. Vedere lo stadio vuoto faceva male, c’è voglia di “lazialità”: le mie riflessioni sono dovute a queste, ho pensato fosse giusto cambiare per dare nuovo entusiasmo alla squadra e ai tifosi. Ai calciatori serve l’appoggio della gente, qualcosa è venuta meno senza il nostro pubblico. Qualcosa in più potevamo farla… Bisogna ricreare l’entusiasmo giusto: la gente deve riavvicinarsi alla squadra, la società deve ricucire i rapporti coi tifosi, o nel modo di esporsi o nel modo di operare. L’esperienza di Roma è stata la più tosta della mia vita”. 

Quindi è lo stesso Reja a salutare, ad andare via per aprire un nuovo ciclo e dare nuovi stimoli. Lotito accetta e valuta un nuovo corso, in pole position c’è Stefano Pioli

SHARE