SHARE

pasqualcl

Parla Manuel Pasqual, capitano della Fiorentina di Montella, nonchè del ciclo viola dei Della Valle, essendo infatti in viola dall’estate del 2005, quando Corvino lo prelevò dall’Arezzo. Il laterale viola è stato intercettato dai microfoni di Sky ai quali ha rilasciato qualche battuta riguardante sia i Mondiali, che tra poco avranno inizio, che la prossima stagione della massima serie italiana. Si respira un filo di amarezza, da parte del numero 23 gigliato, per la mancata convocazione in nazionale azzurra da parte del suo ex tecnico Cesare Prandelli, decisione comunque vissuta con estrema professionalità da parte del giocatore originario di San Donà di Piave.

DICHIARAZIONI PASQUAL “Il ricordo più bello di Coverciano è quello legato ai primi giorni di ritiro, un po’ ci speravo di rientrare nei primi 23 e che le scelte di Prandelli potessero essere diverse. Quando mi è stato detto dell’esclusione non avevo proprio il sorriso sulla faccia, Cesare mi ha semplicemente detto che non rientravo in determinati progetti. Sicuramente i tifosi della Fiorentina mi chiederanno di più rispetto a quest’anno. Partiremo con Rossi e Gomez quindi con una marcia in più per provare a tornare in Champions LeagueRossi teneva molto a questo mondiale, subito dopo l’esclusione l’ho visto arrabbiato e infatti è tornato subito a casa, volevo uscire con lui quella sera stessa e invece era già a New York. Io l’avrei sicuramente portato se fossi stato il CT”.

SHARE