SHARE

darmianitalia

Ecco i voti di Italia-Costarica. Poche le sufficienze tra gli azzurri dove gli unici a salvarsi sono Barzagli e Darmian. Malissimo Abate e Thiago Motta, deludono anche Insigne e Cerci. Nel Costa Rica grande partita di Ruiz e Bolaños.
 
ITALIA

Buffon 6: Inizia il suo Mondiale con un’uscita incerta, poi però dà sicurezza con un paio di interventi e di uscite sui pericolosissimi corner costaricani.

Abate 5: Non si propone praticamente mai e lascia Candreva in una gabbia di avversari. In fase difensiva soffre Bolaños per tutta la partita.

Barzagli 6,5: In una difesa traballante è l’unico che non va in difficoltà. Compie un grande intervento in apertura di match, limita al massimo Campbell nonostante Chiellini non lo aiuti.

Chiellini 5: Irriconoscibile. Nonostante giochi nel suo ruolo rischia tantissimo nel primo tempo su Campbell, prima mancando lo stop, poi stendendolo in area di rigore. Viene graziato dall’arbitro ma la sua prova è superficiale.

Darmian 6: Si sposta a sinistra rispetto alla partita con l’Inghilterra e conferma di essere in una condizione smagliante. Spinge costantemente, cerca anche un gran gol sul quale Navas vola.

De Rossi 6: Prova a dare un po’ di geometrie ad un’Italia disordinata. Lo fa a tratti, sbaglia poco ma non riesce ad andare oltre il compitino.

Candreva 5,5: Netta involuzione rispetto alla partita con l’Inghilterra. Sulla destra si trova sempre in inferiorità numerica perché Abate non gli si sovrappone mai.

Insigne 5: Entra a inizio ripresa per sfondare a sinistra. Tocca pochissimi palloni senza incidere granchè. L’unica palla buona che gli capita, la spara altissima cercando una velleitaria acrobazia. Perennemente in fuorigioco.

Pirlo 6: Fatica a trovare la posizione ma dà una palla magica a Balotelli. Quando trova lo spazio per imbucare i compagni di prima, il Costa Rica balla.

T.Motta 5: L’esordio mondiale dal 1’ è da dimenticare. Parte sul centro-destra, la zona dove l’Italia fatica di più e non trova mai la posizione. Gli capita una buona chance da fuori ma purtroppo sul destro. Bocciato dopo 45’.

Cassano 5,5: Prova a dare un po’ di vivacità nella ripresa ma non si intende quasi mai con i compagni, sbagliando quasi sempre l’ultimo passaggio.

Marchisio 5,5: Parte bene e dimostra di essere in gran forma ma alla distanza cala. Gioca in un ruolo non suo e stavolta si è visto, qualche bel dialogo con Darmian ma poco altro.

Cerci 5,5: Entra per cambiare ritmo alla partita, prova a farlo puntando Umaña che lo contiene senza troppi patemi.

Balotelli 5,5: Primo tempo ricco di volontà poi si spegne piano piano. Si divora un gol clamoroso su un assist perfetto di Pirlo, nella ripresa cala vistosamente.

COSTA RICA

Navas 6,5: Dimostra di essere un signor portiere respingendo alla grande i pochi tentativi azzurri. Ottimo l’intervento sul Balotelli nel primo tempo, vola su Darmian nella ripresa.

Gamboa 6: Rispetto al match con l’Uruguay si propone poco in fase offensiva. Tiene bene la posizione e non lascia spazio a Marchisio prima e a Insigne poi.

Duarte 6: Gli capita un’occasionissima di testa nel primo tempo ma la sciupa. In difesa fa una buona gara anche se rischia il rigore su Balotelli.

Gonzalez 6: Il leader difensivo della sua squadra. Attento in copertura, concede pochissimo e manda costantemente in fuorigioco gli attaccanti azzurri.

Umaña 6: In fase difensiva deve praticamente solo tenere la posizione visto che si ritrova contro il solo Candreva che, privo dell’assistenza di Abate e Thiago Motta, si ritrova sempre circondato.

Diaz 6,5: Approfitta dell’inoffensività di Abate per proporsi in fase offensiva in maniera pericolosa. Il cross per il gol di Ruiz è un gioiello.

Ruiz 7: tutti si aspettano Campbell, ma a far impazzire la difesa azzurra ci pensa lui. Dal suo mancino morbido partono tutte le azioni più pericolose dei suoi. Perfetto il colpo di testa con cui trafigge Buffon (Brenes S.V.).

Borges 6: Con Tejeda fanno una bella diga davanti alla difesa, annullano Thiago Motta e limitano per quanto possibile Pirlo.

Tejeda 6: Partita onesta di grande contenimento. Fa il suo in mezzo al campo dando equilibrio alla squadra e coprendo gli inserimenti di Ruiz.

Cubero 5,5: Entra nella ripresa e si mette a dirigere il traffico in mezzo al campo. Prende un’ammonizione stupida.

Bolaños 6,5: Uno dei migliori crossatori del Mondiale. Crea tante difficoltà ad Abate, spingendo con qualità. I suoi traversoni, soprattutto da fermo, sono pericolosissimi.

Campbell 5,5: Doveva essere lo spauracchio azzurro ma in realtà non si vede granchè, dialoga poco coi compagni e non si abbassa quasi mai a prender palla dai mediani. L’arbitro gli nega un rigore netto, nell’unico lampo della sua giornata (Urena S.V.).

SHARE