SHARE

Neymar

Dopo 120 minuti e 10 calci di rigore, il Brasile riesce a superare un grande Cile, trascinato da Sanchez, Medel e Vidal. Nei verdeoro impeccabile Silva, super Julio Cesar nel momento decisivo. Neymar brilla solo a tratti.

Brasile

Julio Cesar 7: L’ex portiere nerazzurro non sbaglia un colpo ed è decisivo nella ripresa su Aranguiz con una gran parata. Para 2 calci di rigore

Dani Alves 5: Totalmente irriconoscibile, sbaglia tanto, attacca poco e soffre Mena in fase difensiva

Thiago Silva 6,5: Diligente come sempre, non commette sbavature e con la sua consueta calma cerca spesso di riavviare l’azione

David Luiz 6: Ha il grosso merito di portare il Brasile in vantaggio, ma quando attaccato concede qualcosa. Incaricato di iniziare l’azione, spesso rilancia il pallone in avanti con poca precisione. Segna il suo calcio di rigore

Marcelo 5,5: Confusionario per larghi tratti del match, concede qualcosa sulla sua corsia, e accompagna solo nella ripresa l’azione d’attacco. Segna il calcio di rigore

Luiz Gustavo 6: Grinta e sostanza in mezzo al campo, recupera molti palloni, ma quando si tratta di impostare lascia a desiderare

Fernandinho 5,5: Lanciato titolare da Scolari per far legna in mezzo al campo, finchè rimane sul terreno di gioco si segnala solamente per la quantità industriale di falli commessi (Ramires 5,5)

Oscar 5: Mai presente nell’azione verdeoro, sbaglia molto e forse rimane in campo anche più del dovuto (Willian 5 Sbaglia il calcio di rigore)

Hulk 6: Da il ‘la’ all’azione del gol cileno, ma sulla lunga distanza è il più pericoloso dei suoi. Sbaglia il penalty

Neymar 6: Parte benissimo, gran primo tempo per lui da trascinatore, costruendo e sbagliando molto, poi si eclissa con il resto della squadra nella ripresa. Non sbaglia dal dischetto

Fred 4: Un fantasma, non si fa mai vedere dai suoi compagni di reparto, risultando spesso quasi un peso. (Jò 5,5: Lotta più di Fred, ma le sue qualità sono molto limitate)

Cile

Bravo 6,5: Bravo di nome e di fatto salva i suoi in un paio di circostanze e risulta vero leader della difesa. Para il rigore ad Hulk

Medel 7,5: Un mastino in difesa, recupera una quantità infinita di palloni, carica i suoi per larga parte del match, annulla gli attaccanti brasiliani ed esce da eroe (Rojas s.v.)

Jara 5,5: Gran partita, nessuna sbavatura durante la gara, una diga con Medel e Silva. Verrà ricordato per il rigore decisivo stampato sul palo

Silva 6,5: Grande solidità, non commette errori ed annulla Neymar dopo il primo tempo

Isla 6: Sembra tornare ai fasti di Udine. Sempre presente in corsia, grande intesa con Vidal e vince il suo duello con Marcelo

Aranguiz 6,5: Corsa e sostanza in mediana, recupera molto e nel secondo tempo si rende protagonista di una grade occasione sventata da J.Cesar. Autore dagli 11 metri di un rigore imparabile

Diaz 6: Tanto lavoro oscuro per lui. Segna il calcio di rigore

Vidal 7: 86 minuti da guerriero, re del centrocampo, recupera palloni, costruisce e gioca come se di fianco avesse Pirlo e Pogba. (Pinilla 6, poteva diventare l’uomo della storia con la traversa colpita ad un soffio dal termine, invece dagli 11 metri sbagli clamorosamente)

Mena 6,5: Sempre presente sia in fase attiva che passiva. Stravince il duello con Alves

Sanchez 7:Pareggia il match alla mezz’ora, appare inesauribile, e risulta il più pericoloso per 120 minuti. Costruisce gioco e recupera palloni, come se non ci fosse un domani. Unica pecca il calcio di rigore sparato su J.Cesar

Vargas 5: Bocciato dopo 57 minuti, mai in partita, avulso dal gioco. Unico merito l’assist per Sanchez (Gutierrez 5,5)

SHARE