SHARE

obamasmalling

Assurdo l’episodio che ha coinvolto uno sfortunato stagista di un’azienda inglese che aveva avuto l’idea di produrre delle tazze con i volti dei calciatori dell’Inghilterra presenti al Mondiale: il ragazzo, forse non molto esperto di calcio, è riuscito a confondere Chris Smalling, difensore del Manchester United, con…Il Presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama!

I fatti: i manager di tale azienda (per ora rimasta nell’anonimato) avrebbero dovuto ricercare su internet le immagini, prive di copyright, dei calciatori della Nazionale da far stampare su alcune tazze da collezione che poi sarebbero state, ovviamente, vendute. Questo compito è stato però girato ad alcuni sottoposti, che a loro volta avrebbero affidato la ricerca ad uno stagista. Il poveretto non deve aver mai visto una partita dei Tre Leoni ed ha così clamorosamente confuso il possente centrale in forza ai Red Devils con il potente Presidentissimo americano che, così, si è ritrovato a difendere i colori di una nazione non sua. Chissà cosa ne penseranno i suoi connazionali!

la-somiglianza con-il-difensore-del-mancheste-united-non-è-così-evidente

Lo stagista, vittima di un disguido, è stato a quanto sembra licenziato. L’azienda ha poi cercato di salvare il salvabile vendendo i 2000 pezzi ad un nuovo distributore specializzato in oggetti difettati che cercherà di farne “materiale raro da collezione”. Ad ogni modo, in Inghilterra la tazza è già un cult. E chissà che Obama non decida, dopo il basket, di provare a cambiare sport. Magari però con la maglia degli States.