SHARE

gibilterra

La Champions League rappresenta il torneo europeo per club più ambito in Europa. Ma se il grande pubblico le mette gli occhi addosso solo a settembre, cioè al via dei gironi, o al massimo ai preliminari di agosto, qualche dio minore la sta pensando anche ora. Oscurato dal ben più blasonato mondiale brasiliano, il primo turno preliminare è iniziato i primi di luglio.

Tra le tante piccole squadre di piccoli paesi in cerca di fortuna e successo, c’è il Lincoln FC, la prima formazione di Gibilterra a prendere parte alla Champions.  Il piccolo stato a sud della Spagna è calcisticamente in piena crescita. Dopo essere stata riconosciuta dalla Fifa (la nazionale parteciperà alle qualificazioni per Euro 2016), Gibilterra ha ricevuto l’ok anche dalla Uefa per disputare le competizioni di club riconosciute. Ecco che quindi il Lincoln FC si gioca per la prima volta una possibilità in Europa.

Il club è nato nel 1976 ed ha fin da subito padroneggiato nel campionato locale. 20 titoli vinti, di cui 12 di fila, la rendono la Juventus del calcio di Gibilterra. Il suo allenatore, Mick McElwee, è sulla panchina degli Imps (i diavoli) dal 2003. Il Lincoln ha già disputato l’andata del primo turno preliminare finito 1-1, contro un club di Far Oer, il Tórshavn, al Victoria Stadium di Gibilterra. Joseph Chipolina, autore del gol del vantaggio, è il trascinatore della squadra debuttante, nonché pilastro della neonata nazionale gibilterrina. Per passare il turno, i diavoli rossi dovranno battere i loro avversari nella fredda terra di Far Oer. Comunque vada, Lincoln e tutta Gibilterra sono già nella storia.